L’aria condizionata fa male? 5 consigli per usarla nel modo giusto

aria-condizionata-fa-male

L’aria condizionata è una nostra alleata nella battaglia con il caldo estivo: l’importante è usarla nel modo giusto, per godere di tutti i suoi benefici. Scopri 5 preziosi consigli per godere del fresco che ci regala l’aria condizionata senza incappare in spiacevoli problemi.

L’aria condizionata fa male?

C’è un’annosa diatriba in corso da anni tra coloro che la amano e non possono farne a meno e chi preferisce morire dal caldo piuttosto che accendere un condizionatore. L’argomento della discussione è sempre lo stesso: l’aria condizionata fa male?

Le risposte possono variare tra il “no” deciso di coloro che proprio non sopportano il caldo e la tengono accesa anche durante la notte, e il “sì” convinto delle persone che proprio non ce la fanno a tenerla accesa e preferiscono, quindi, stare al caldo. Dove sta la verità? Come al solito nel mezzo.

L’aria condizionata è un ottimo strumento per combattere il caldo, l’importante è usarla in maniera corretta: se usata male, infatti, può anche diventare dannosa per la salute.

Come usare l’aria condizionata? 5 consigli per non sbagliare

Ecco, allora, 5 preziosi consigli per usare l’aria condizionata nel modo corretto, e godere dei suoi benefici, evitando di incappare nei suoi effetti negativi.

1- Evitare gli sbalzi termici

Quando fuori ci sono più di 30 gradi e il sole è implacabile, starsene in una stanza talmente fredda da sembrare un frigorifero è il sogno di molte persone. Purtroppo, però, quel freddo così provvidenziale non fa per niente bene alla nostra salute, e neanche al portafoglio, dato che tenere l’aria condizionata troppo alta comporta un consumo di elettricità molto alto.

Per combattere il caldo afoso che non dà tregua, è sufficiente che in una stanza ci siano 5 o 6 gradi in meno rispetto all’esterno. Per essere sicuri di non sbagliare, è sufficiente dividere per 2 il valore che ci restituisce il termometro che misura la temperatura esterna e aggiungerci 10 (se, ad esempio, fuori ci sono 25 gradi, il condizionatore andrà impostato sui 22 gradi circa).

2 – Stare lontani dal getto diretto dell’aria condizionata

Eh, sì, quando si è accaldati, quella di posizionarsi davanti al condizionatore per farsi investire dal suo piacevole getto d’aria fredda è una tentazione alla quale è difficile resistere! Purtroppo, però, bisogna evitarlo perché, se l’aria condizionata non fa male, starsene fermi davanti al suo potente getto d’aria, invece, tanto bene non fa. Specialmente quando si arriva da fuori e si entra in una stanza con l’aria condizionata accesa, è meglio dare al proprio corpo il tempo di abituarsi al cambio di temperatura.

3 – Evitare di tenerla accesa di notte

Al contrario di quello che si può pensare, tenere il condizionatore acceso durante la notte non fa per niente bene: il rischio di svegliarsi con un raffreddore o un mal di gola, o con un bel torcicollo, è sempre dietro l’angolo! Per evitare queste spiacevoli conseguenze, sarebbe bene accendere l’aria condizionata prima di coricarsi, in modo da raffreddare la stanza, e poi spegnerla quando si va a dormire.

Se rinunciare ad avere l’aria condizionata accesa di notte non fa proprio per te, evita di puntartela direttamente addosso e di raffreddare troppo la stanza, perché di notte la temperatura corporea si abbassa già naturalmente.

4 – Mantenere il giusto grado di umidità

Anche se l’umidità associata al caldo risulta fastidiosa, eliminarla del tutto non è la soluzione migliore: stare in un ambiente con l’aria troppo secca, anche se fresco, non fa più bene alla salute di quanto non lo faccia stare in un locale dove l’aria è troppo umida.

I moderni condizionatori offrono la possibilità di regolare il grado di umidità dell’ambiente, perciò è bene sfruttare questa funzione per evitare di avere una casa in cui l’aria è troppo umida o troppo secca.

Leggi anche: Artic cube – il miglior condizionatore portatile senza tubo 

5 – Tenere i filtri sempre puliti

Utilizzare il proprio condizionatore nel modo corretto significa anche eseguire la manutenzione periodica dell’apparecchio. L’operazione più importante da svolgere, in questo senso, riguarda la pulizia dei filtri.

Ogni condizionatore è dotato di speciali filtri che servono a mantenere pulita l’aria prodotta. Se questi filtri non vengono sostituiti periodicamente, al loro interno possono svilupparsi muffe e batteri anche molto pericolosi, come quello della Legionella, che è uno dei più pericolosi.

 

 

Prodotti in offerta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattordici − undici =