Alga bruna proprietà: ha davvero effetti dimagranti?

L’alga bruna, conosciuta anche come fucus, è un’alga marina ricca di proprietà e benefici per la salute e il benessere del nostro organismo. Ricca di iodio, è infatti spesso utilizzata con fini terapeutici nei soggetti che soffrono di ipotiroidismo e hanno necessità di riattivare il metabolismo.

Alga bruna fa dimagrire?

Proprio questo secondo aspetto ne fa uno dei rimedi più utilizzati anche per perdere peso. Essendo infatti in grado di riattivare il metabolismo, ha anche un effetto brucia-grassi, beneficio che ne fa uno degli ingredienti più utilizzati per la preparazione di integratori e pillole dimagranti.

Non a caso Fucusnella è proprio un integratore a base di fucus e ne sfrutta appieno tutte le proprietà. Questo integratore di ultima generazione è infatti in grado di stimolare il metabolismo ed eliminare le adiposità localizzate in poche settimane. E’ sufficiente assumere 4 compresse al giorno e la propria silhouette verrà completamente rimodellata.

Non solo, con Fucusnella potrai liberarti anche delle tossine in eccesso, accumulate a causa delle cattive abitudini e degli eccessi alimentari. Inoltre, le mucillagini contenute nell’alga fucus conferiscono a questo integratore anche proprietà antinfiammatorie e protettive della mucosa gastrica. Insomma molto più che un semplice rimedio per dimagrire e perdere peso.

Alga bruna proprietà ed effetti collaterali

D’altra parte, l’alga bruna o fucus ha tantissimi benefici che non si limitano alle proprietà dimagranti. Oltre, ad essere utilizzata nella cura dell’ipotiroidismo, questa alga marina viene anche impiegata nella cura dei problemi articolari.

Sin dall’antichità, infatti, il fucus veniva utilizzato per alleviare i comuni dolori articolari attraverso degli impacchi. E ancora oggi, l’alga bruna viene impiegata per le problematiche legate e a muscoli e articolazioni: dalle distorsioni ai dolori reumatici dovuti all’artrite reumatoide.

Non solo l’alga bruna, come abbiamo in parte già evidenziato, favorisce la digestione e il transito intestinale in genere. Di conseguenza il fucus può essere utilizzato anche come un naturale lassativo. Queste sue capacità depurative unite alle proprietà dimagranti, ne fanno inoltre un valido integratore nella lotta alla cellulite.

Aumentando l’attività del metabolismo, infatti, l’alga aiuta a bruciare i grassi più in fretta da un lato, ma anche a eliminare il ristagno dei liquidi dall’altro. L’alga bruna viene spesso utilizzata per contrastare obesità, ritenzione idrica e cellulite.

Le proprietà antinfiammatorie la rendono inoltre particolarmente utile nella cura di alcune malattie e problematiche della pelle. Il fucus può quindi essere utilizzato per la cura dell’acne, così come per eczemi, ferite o piaghe con difficoltà di guarigione. Non solo, grazie alle proprietà fungicide di iodio e selenio, il fucus può anche essere impiegato per curare un fungo al piede.

Infine, sembra che l’assunzione dell’alga bruna sia in grado di combattere il colesterolo cattivo. In particolare, il fucus agirebbe aumentando la capacità di espellere il colesterolo da parte dell’organismo e riducendone automaticamente il suo assorbimento.

Alga bruna effetti collaterali

Tuttavia, a tanti benefici si accompagna anche qualche effetto collaterale e controindicazione, a cui bisognerebbe prestare molta attenzione. In particolare, se ci si trova in alcune condizioni fisiologiche o si soffre di determinate patologie, il fucus dovrebbe essere evitato.

Fra gli effetti collaterali più comuni, che indicano un’intolleranza da parte del nostro organismo, troviamo ad esempio vomito, diarrea e una serie di problemi gastrointestinali.

Non solo, bisogna ricordare che introdurre una notevole dose di fucus causerebbe un eccesso di iodio all’interno del nostro organismo, il che si traduce in numerosi effetti indesiderati. Il primo fra questi è un’eccessiva irritabilità, tachicardia e nervosismo.

In soggetti particolarmente predisposti, inoltre il fucus può arrivare a causare anche insonnia e disturbi del sonno. Queste controindicazioni derivano dal suo potere eccitante e stimolante. Non è un caso infatti che venga utilizzato anche come rimedio naturale per eccitare un uomo.

Sempre a proposito di effetti collaterali, bisogna ricordare che un utilizzo prolungato di fucus potrebbe compromettere un corretto assorbimento del ferro.

Infine, esistono delle patologie e altre condizioni fisiologiche in cui l’assunzione di fucus risulta fortemente sconsigliata. Durante la gravidanza e l’allattamento, ad esempio, bisognerebbe evitare di assumerlo. Non solo, anche chi soffre di diabete o malattie cardiovascolari e sta assumendo farmaci specifici per curare queste patologie, dovrebbe evitare di assumere l’alga bruna.

Infine, nonostante il fucus sia spesso utilizzato nella cura dell’ipotiroidismo, bisogna comunque fare molta attenzione. Se infatti da un lato l’aga bruna ha la possibilità di combattere questa patologia, dall’altro c’è anche il rischio che possa interagire e compromettere quindi il funzionamento dei farmaci usati per curarla.

 

Suggeeriti per te

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro × tre =