Lipofilling seno: risultati e controindicazioni

Hai un seno piccolo e vorresti aumentarlo di qualche taglia? Hai notato che dopo l’allattamento il seno si è svuotato e vorresti tornasse come prima? A tutte queste domande attualmente la chirurgia estetica sta rispondendo con un nuovo tipo di intervento. Non stiamo parlando della mastoplastica, bensì del lipofilling al seno.

Si tratta di un particolare procedura di rimodellamento del seno finalizzata ad aumentarne il volume nelle zone “svuotate”, in modo da conferirgli un aspetto più armonioso ma al tempo stesso naturale. Il lipofilling è quindi molto meno invasivo e radicale della mastoplastica e ha soprattutto l’obiettivo di recuperare la massa laddove sia andata persa a causa dei motivi più disparati, fra cui ad esempio l’allattamento o un dimagrimento eccessivo.

Ma vediamo esattamente in cosa consiste, quali sono i vantaggi di questo tipo di intervento e soprattutto se il lipofilling al seno è in grado di dare i risultati tanto sperati.

Lipofilling al seno: quali sono i vantaggi?

Il lipofilling del seno prevede l’aspirazione di una certa quantità di grasso da una zona che potrebbe essere chiamata “donatrice” e il successivo trapianto dello stesso nell’area “svuotata”. Da qui l’assonanza con il “filling”, altra tecnica estetica di riempimento da cui però il lipofilling differisce in quanto il riempimento viene effettuato con una sostanza naturale: il grasso del corpo appunto.

Si tratta quindi di un trattamento che mira a restituire un seno più armonioso e naturale, partendo da un principio completamente diverso rispetto a quello di una mastoplastica. In questo caso non si inseriscono protesi e quindi anche i rischi dell’intervento sono nettamente inferiori. Non solo, il lipofilling presenta davvero tantissimi vantaggi fra cui:

  • Assenza di reazioni allergiche, proprio perché il grasso inserito proviene dal paziente stesso e quindi non presenta problemi di incompatibilità.
  • Risultati duraturi
    Il lipofilling è un trattamento in grado di restituire qualche risultato solo dopo due o tre interventi. Tuttavia, dopo varie sedute, i risultati sono più che soddisfacenti e soprattutto duraturi.
  • Effetto ringiovanente e riempitivo
    Il vero punto di forza di questo trattamento sta proprio nella naturalezza del risultato. Mentre nella chirurgia estetica spesso i segni e l’effetto poco naturale emergono in maniera molto chiara, in questo caso il seno apparirà solo più giovane e sodo di prima. La forma resterà inalterata e anche le dimensioni rimarranno armoniose e non esagerate rispetto alla situazione precedente l’intervento.

Lipofilling seno risultati e controindicazioni

Se quindi l’obiettivo è quello di migliorare naturalmente l’aspetto del proprio seno, allora il lipofilling è assolutamente in grado di raggiungere lo scopo. Diversamente, se si sta cercando di capire come aumentare il seno anche di qualche taglia, allora le soluzioni potrebbe essere altre.

E’ possibile infatti avere un seno perfetto con esercizi appositamente studiati per rassodarlo e aumentarne le dimensioni. Non solo, anche le creme seno possono essere molto utili in questi casi.

Breast Cream è proprio una di queste. Questa crema, oltre ad essere 100% naturale e priva di pesticidi e sostanze dannose per l’organismo, è in grado di riempire il tuo seno aumentandolo anche di una 1 o 2 taglie. Tutto questo è possibile grazie all’azione dei fitoestrogeni in essa contenuti. I fitoestrogeni agiscono proprio come gli estrogeni, andando a stimolare la crescita naturale del seno.

Insomma molto più di una semplice crema rassodante, Breast cream ha un vero e proprio effetto volumizzante. Non solo, la crema ha anche un’azione ringiovanente sulla pelle del seno, appianandone rughe e inestetismi. Insomma un prodotto davvero valido e da provare in alternativa al lipofilling che, pur avendo molti vantaggi presenta naturalmente anche qualche controindicazione.

Lipofilling seno controindicazioni

Il decorso post-operatorio, ad esempio, potrebbe comportare un certo disagio fisico. E’ facile che si avverta dolore o gonfiore nelle aree in cui si è intervenuti prelevando e iniettando il grasso. In questi casi è possibile che si formino ematomi ed ecchimosi che, tuttavia, dovrebbero sparire nell’arco di 15-30 giorni.
Tra gli altri possibili effetti collaterali segnaliamo inoltre:

  • Iperpigmentazione della pelle nelle aree trattate
    Proprio per questo si consiglia di non esporsi al sole nei 4 mesi successivi all’intervento.
  • Reazioni allergiche ai farmaci utilizzati
  • Sensazione di malessere generale
  • Possibile riassorbimento del grasso trapiantato

In questo caso, più che di un effetto collaterale, si tratta di una situazione che potrebbe presentarsi facilmente. L’intervento di lipofilling, infatti, non si risolve in un solo appuntamento ma necessita di almeno 2-3 sedute. L’importante è saperlo!

Prodotti in offerta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 × tre =