Mantenere l’abbronzatura a settembre: come fare

Conservare l’abbronzatura a settembre è il sogno di tutti i fanatici della tintarella. Dopo aver trascorso un’intera estate sotto al sole per rimediare un’abbronzatura dorata e perfetta, è infatti piuttosto spiacevole vederla andare via in pochi giorni.

Ecco perché gli amanti dell’abbronzatura cercano di prolungarla il più possibile, aiutando la pelle a conservare il colorito dorato attraverso una serie di espedienti.

Abbronzatura a settembre: idratazione e protezione solare

Il primo fra questi riguarda sicuramente l’idratazione della pelle. Per conservare l’abbronzatura il più possibile, infatti, una delle cose più importanti da fare riguarda l’utilizzo di creme idratanti. In questo modo la pelle non si seccherà correndo meno il rischio di andare via, insieme naturalmente all’abbronzatura stessa.

Un altro fattore che influisce sulla durata dell’abbronzatura è l’utilizzo di creme solari. Ebbene sì, nonostante i fanatici dell’abbronzatura non vedano di buon occhio le creme, e in particolar modo quelle ad alta protezione, sono in realtà proprio queste a determinare il futuro della nostra tintarella.

Un errore che spesso si fa è ad esempio quello di utilizzare creme solari con protezione bassa, in modo da poter abbronzarsi più velocemente. In questo modo, si riuscirà a ottenere un’abbronzatura intensa in poco tempo. Tuttavia, questa tintarella molto intensa tenderà ad andare via altrettanto velocemente. Non solo, dovremmo ricordare che il sole fa male e, soprattutto, una sovraesposizione potrebbe essere la causa di tumore alla pelle.

Il segreto per un’abbronzatura perfetta e duratura, infatti, sta proprio nell’utilizzo di creme ad alta protezione. Soprattutto nella prima fase dell’esposizione al sole è bene ricorrere a queste creme. In questo modo si avrà un’abbronzatura progressiva e graduale, e proprio per questo molto più duratura.

Abbronzatura a settembre: gli aiuti dalla natura

Esistono poi in natura una serie di sostanze in grado di aiutare l’abbronzatura, rafforzandola nella fase iniziale e conservandola anche diverso tempo dopo, quando l’esposizione al sole non si verifica più.

Fra queste troviamo ad esempio il pepe nero, che fra i vari benefici ha anche quello di favorire e stimolare l’abbronzatura. Spezia immancabile sulle tavole degli italiani il pepe nero ha davvero tantissimi benefici. Sicuramente una delle proprietà più conosciute del pepe nero c’è quella digestiva, con conseguente stimolazione del metabolismo.

Meno conosciuta, ma altrettanto effettiva, è invece quella relativa all’abbronzatura. Tutti  questi benefici derivano, in realtà, dalla presenza di piperina, alcaloide contenuto nel pepe nero, che oltre a favorire la produzione dei succhi gastrici, ha davvero tantissime proprietà.

In particolare:

  • aiuta l’assorbimento del selenio
  • stimola l’assorbimento delle vitamine di tipo B
  • incrementa l’assorbimento del carotene

Non solo, la piperina, oltre a stimolare gli enzimi del pancreas e aumentare le capacità digestive, stimola anche la produzione di endorfine nel cervello, agendo come un vero e proprio antidepressivo naturale.

Ed esattamente come il pepe nero, anche la piperina stimola la pigmentazione della pelle e rappresenta quindi un valido aiuto per raggiungere e mantenere un’abbronzatura perfetta e duratura.

 Abbronzatura a settembre: controindicazioni piperina

Ricca di pregi e benefici, però, la piperina presenta altrettante controindicazioni a cui è bene prestare attenzione. In particolare questa sostanza, se assunta come spezia, può aumentare la concentrazione ematica di alcuni farmaci, quali la teofilina, la fenitoina e il propranololo. Diverso è invece se la piperina viene assunta attraverso integratori naturali. In questo caso le controindicazioni riguardano le seguenti patologie e condizioni fisiologiche:

  • gastrite
  • ulcera gastrica
  • emorroidi
  • reflusso gastro-esofageo
  • ipertensione
  • gravidanza e allattamento

Insomma la piperina, insieme al pepe nero, può essere un valido aiuto per l’abbronzatura ma è bene fare molta attenzione e informarsi sulle relative controindicazioni. Al di là di queste, però, assumere piperina può avere davvero tanti vantaggi. Stimolando digestione e metabolismo, questo alcaloide viene utilizzato spesso per la preparazione di integratori dimagranti, come la Piperina forte.

Proprio in virtù di tutte le proprietà e i benefici elencanti, infatti, è evidente che la piperina faccia anche dimagrire. E’ quindi possibile assumerla anche a questo scopo, da sola, o magari abbinata ad altre spezie come la curcuma.

Capace di stimolare l’abbronzatura e accelerare il metabolismo naturalmente, la piperina, che sia assunta come spezia o come integratore, è un vero e proprio alleato di bellezza e benessere. Una sostanza che gli amanti della tintarella e della forma fisica perfetta non dovrebbero proprio farsi mancare.

Prodotti in offerta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due × uno =