Quanto costa rifarsi il seno e da cosa dipende?

Stai pensando di rifare il seno e vorresti conoscere bene i costi? L’intervento di mastoplastica ormai non è più un tabù e sempre più persone, fra cui molti personaggi dello spettacolo, ammettono di aver fatto ricorso alla chirurgia per aumentare o migliorare l’aspetto del proprio seno.

Quanto costa rifare il seno: le alternative più economiche

Quello di cui non si parla spesso è però proprio il costo di un’operazione del genere. Di certo non stiamo parlando di cifre basse, in quanto si tratta pur sempre di un intervento chirurgico e quindi molto delicato. Per questo motivo, se vorresti aumentare il seno ma al tempo stesso sei alla ricerca di rimedi altrettanto efficaci ma meno rischiosi, ti consigliamo di provare con le creme volumizzanti.

Senomax, in particolare, è proprio una di queste. Una crema gel che è in grado di far crescere le dimensioni del tuo seno fino a due taglie, e tutto in appena due mesi di utilizzo. Il merito va ad una composizione completamente naturale e fatta di fitoestrogeni, sostanze che imitano il comportamento degli estrogeni, ormoni responsabili della crescita del seno.

Applicando questa crema regolarmente potrai ottenere in poco tempo un seno più grande e sodo e tutto senza spendere la grande quantità di soldi che un intervento di chirurgia estetica invece richiederebbe.

Non solo, utilizzando Senomax eviterai anche tutti i rischi e gli inconvenienti tipici di un intervento come la mastoplastica, e potrai migliorare l’aspetto del tuo seno senza dolore e fatica.

Nello specifico la crema gel consente di: migliorare l’elasticità della pelle, rafforzare la struttura del seno, eliminare le smagliature, rassodare i tessuti, e donare al décolleté fino a due taglie in più.

Come aumentare il seno con l’alimentazione

Fra i rimedi per aumentare il seno in modo naturale ed economico rientra inoltre anche l’alimentazione. Alcuni cibi e bevande specifiche sono infatti ricchi di sostanze che agiscono come gli estrogeni e contribuiscono quindi alla crescita del seno.

Come aumentare il seno in modo naturale ed economico: scopri di più!

Fra i cibi che aumentano il seno troviamo la soia, un legume molto utilizzato nella preparazione di piatti orientali e ricco di isoflanovi di soia, fitoestrogeni che si comportano proprio come gli estrogeni, aumentando il volume del seno.

E non solo, anche alcune bevande possono contribuire alla crescita del seno. La birra, per esempio, deve questo potere alla presenza del luppolo, che conterrebbe sostanze in grado di stimolare la crescita delle mammelle.

Quanto costa rifarsi il seno: da cosa dipende?

Per aumentare il seno di diverse taglie, però, la mastoplastica resta l’unica soluzione. Di conseguenza, se hai deciso di sottoporti a questo intervento è bene che tu sappia quali sono i costi che dovrai affrontare e da cosa dipendono.

Le variabili che influenzano i costi sono la qualità delle protesi, la tipologia, la struttura e lo staff a cui ci si rivolge. Le prime due, in particolare, risultano cruciali e possono influenzare di molto il prezzo finale dell’intervento. E’ infatti chiaro che la scelta di protesi di qualità inferiore comporterà costi più bassi, anche al di là dello staff medico coinvolto.

In linea di massima, però, possiamo dire che oggi i prezzi di un intervento di mastoplastica si collocano fra un minimo di 7000 euro e un massimo di 10.000. Anche la tecnica che il chirurgo intende realizzare influenzerà il costo finale. Di conseguenza non è possibile definire una spesa a priori, ma sarà necessario valutare il prezzo finale in rapporto alle scelte effettuate riguardo al tipo e alla qualità delle protesi, così come della clinica e del chirurgo estetico.

In ogni caso si tratta di cifre non certamente economiche e che non tutti si possono permettere. Per questo motivo, se l’obiettivo è quello di rimpolpare il seno o aumentarlo solo di una o due taglie, il consiglio è di preferire altri rimedi meno costosi e invasivi. Anche il lipofilling, ad esempio, può rappresentare un’alternativa alla mastoplastica.

Non a caso, ultimamente, è molto più frequente il ricorso a questa tecnica, soprattutto laddove sia necessario un riempimento del seno a causa di uno svuotamento dovuto alla rimozione di tumori, all’invecchiamento o all’allattamento. Questa tecnica di medicina estetica consiste nell’inserimento all’interno del seno di tessuto adiposo prelevato dal corpo della stessa persona ed è quindi per questo meno invasiva rispetto alla mastoplastica.

Suggeeriti per te

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 × uno =