Bulimia nervosa: cause, sintomi, come guarire

La bulimia nervosa è un disturbo alimentare caratterizzato dall’ingestione di grandi quantità di cibo, seguita da un forte senso di colpa e da comportamenti atti ad eliminare l’apporto calorico assunto. Queste azioni compensatorie, che hanno lo scopo di prevenire l’aumento di peso, tendono ad essere dannose per la salute. In genere le persone bulimiche neutralizzano gli effetti delle abbuffate provocandosi il vomito, oppure abusando di lassativi, o ancora praticando attività fisica in modo eccessivo.

Bulimia nervosa: cause

La bulimia nervosa riguarda soprattutto le donne di età compresa tra i 16 e i 40 anni. Tuttavia, negli ultimi anni, il numero di uomini che soffrono di questo disturbo alimentare è aumentato, probabilmente a causa della maggiore attenzione che i maschi riservano al proprio corpo e al controllo del peso. La bulimia può colpire anche i bambini, ma si tratta di un fenomeno molto raro.

Le cause della bulimia nervosa sono da decenni oggetto di dibattiti da parte degli esperti. Sembra che a determinare questo disturbo concorrano:

Fattori psicologici

Alla base del comportamento bulimico c’è una percezione distorta del proprio corpo. Alcuni studi hanno evidenziato diversi comportamenti/stati d’animo tipici del soggetto bulimico:

  • bassa autostima
  • ansia e depressione
  • difficoltà a gestire lo stress
  • preoccupazione eccessiva riguardo il futuro
  • disturbo ossessivo-compulsivo
  • disturbo post traumatico da stress
  • disturbi della personalità

Fattori ambientali

L’insorgere dalla bulimia nervosa è anchepsida imputare ad alcuni fattori ambientali, tra i quali, il più decisivo, è l’esposizione al mito “magro=bello” tipico della società occidentale contemporanea. I media propongono ogni giorno immagini di donne e uomini dal fisico asciutto, associando questa condizione fisica all’idea di bellezza e di successo. Altri fattori ambientali che possono causare la bulimia nervosa sono:

  • la pratica di sport o attività in cui è importante essere magri, come la danza, la ginnastica artistica, la moda, ecc.
  • lo stress dovuto ad un trauma o ad un cambiamento improvviso
  • l’essere donna
  • i cambiamenti che il corpo subisce durante la pubertà, che possono rappresentare una fonte di disagio nell’adolescente
  • la presenza in famiglia di persone bulimiche
  • violenze o abusi sessuali

Fattori biologici

Alcuni studi hanno evidenziato una predisposizione genetica alla bulimia nervosa. In particolare, i parenti stretti di persone affette da questo disturbo, hanno una possibilità 4 volte superiore di sviluppare a loro volta la malattia. Per il momento non vi è nessuna certezza riguardo a questa teoria; solo future ricerche sull’argomento potranno chiarire meglio le cause genetiche della bulimia.

Sintomi

bulimia nervosa sintomi

Le persone che soffrono di bulimia nervosa presentano alcuni sintomi, tra i quali si distinguono sia manifestazioni psicologiche e comportamentali, che stati fisici. Tra i segnali comportamentali risultano determinanti le abbuffate di cibo, seguite da tentativi drastici di neutralizzare l’apporto calorico ingerito.

Il desiderio spasmodico di cibo sorge in un attimo e spinge ad alimentarsi a dismisura, senza che ve ne sia un reale bisogno. A questo, fa seguito un forte senso di colpa, che causa il cosiddetto “spurgo bulimico“. Quest’ultimo può consistere in vomito autoindotto, uso di lassativi, attività fisica portata allo stremo, periodi di digiuno, ecc.

Il bulimico mostra un comportamento ossessivo verso il cibo. In genere, è affetto da ansia e depressione, tende ad isolarsi e non mostra interesse verso le relazioni interpersonali. Egli non ha una visione realistica del proprio corpo e del proprio peso corporeo.

I comportamenti dannosi messi in atto per eliminare il cibo assunto possono provocare sintomi fisici, quali:

  • usura dello smalto dentale, dovuta all’acidità del cibo che risale nella bocca mentre si vomita (scopri come rimineralizzare i denti)
  • infiammazioni alla gola e alito cattivo, dovuti sempre al vomito autoindotto
  • problemi sessuali, ad esempio infertilità
  • anomalie del ciclo mestruale (nei casi più gravi il ciclo sparisce del tutto)
  • caduta dei capelli
  • pelle secca o giallastra
  • stanchezza e debolezza
  • problemi cardiaci
  • stitichezza, pancia gonfia e altri disturbi intestinali causati dall’abuso di lassativi
  • stato di malnutrizione

Come guarire dalla bulimia nervosa

bulimia nervosa come guarire

La bulimia nervosa si cura attraverso un trattamento complesso, volto a ristabilire un atteggiamento sano nei confronti del cibo. La diagnosi e la terapia sono stabilite da un team di specialisti, tra i quali psichiatri, psicologi, nutrizionisti, esperti in disturbi alimentari, ecc. Il punto di partenza nella cura della bulimia è sempre la consapevolezza del paziente: chi non comprende di avere un problema rifiuta le cure o fatica a seguire la terapia necessaria. Quasi tutte le cure hanno luogo in ospedale, seguendo un calendario di appuntamenti, senza bisogno di ricovero. Solo quando la malattia si trova ad uno stadio avanzato o grave, i medici potrebbero stabilire la necessità del ricovero ospedaliero.

La psicoterapia per guarire dalla bulimia nervosa può comprendere una o più tipologie di trattamento, tra cui:

  1. terapia cognitivo-comportamentale: prepara il paziente a riconoscere i pensieri distorti legati al disturbo alimentare
  2. terapia interpersonale: lavora sull’autostima e sulla capacità di relazionarsi con gli altri
  3. terapia familiare: coinvolge la famiglia del paziente

La cura  comprende inoltre la somministrazione di farmaci antidepressivi, soprattutto di inibitori della ricaptazione della seratonina (SSRI). In genere, lo psicoterapeuta inizia somministrando dosi minime, e aumentandole progressivamente fino ad individuare il dosaggio più indicato per ogni singolo paziente. I risultati si manifestano solo diverse settimane dopo l’inizio della terapia.

Ti potrebbe interessare: Slimmy, l’integratore alimentare contro la fame nervosa

Per saperne di più:

Suggeeriti per te

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × quattro =