Come ci si soffia il naso: 4 errori da non fare

Soffiare il naso nel modo corretto potrebbe sembrare un’azione abbastanza semplice e scontata, eppure non è così. Non tutti riescono a farlo nel modo giusto e, proprio per questo motivo, vanno più frequentemente incontro a problematiche di epistassi o congestione nasale.

Come ci si soffia il naso: cosa fare con i più piccoli

Questo accade soprattutto quando a soffiarsi il naso sono i più piccoli. I bambini, infatti, vivono il raffreddore come un forte disagio e fanno spesso molta fatica a liberarlo. A volte si tratta semplicemente di pigrizia, altre volte di vera e propria paura. Fatto sta che i bambini tendono ad avere spesso il naso chiuso e, prima che la situazione peggiori e l’infezione si estenda anche a bronchi e orecchie, diventa necessario cercare di espellere più muco. possibile.

In questi casi, in aiuto dei genitori arrivano tutta una serie di strumenti, come pompette naso o aspiratori, che pur non essendo molto amati dai bambini sono comunque in grado di svolgere bene il loro lavoro. Si tratta di dispositivi molto utili in caso di bambini piccoli, intorno ai primi anni di vita.

Se invece tuo figlio o tua figlia è già abbastanza autonomo/a, allora potresti provare ad insegnargli alcune tecniche per soffiare bene il naso ed evitare congestioni e sanguinamenti.

Una possibilità è quella di utilizzare uno specchietto e soffiare sullo stesso. Vedendo la nuvoletta d’aria sullo specchio, il bambino potrà comprendere meglio l’azione dell’aria che, esercitando una pressione sul muco, riesce a liberare il naso. Attraverso questo semplice gioco, il piccolo potrà capire quanto sia importante soffiare il naso e comincerà a farlo anche da solo.

Un altro suggerimento è di provare a farlo insieme, in modo tale da rassicurare il bambino ed indurlo a pensare che si tratti di un gesto del tutto normale e privo di rischi.

Rhino Correct: scopri come correggere il tuo naso senza dolore!

Come ci si soffia il naso: errori da evitare

Imparare a soffiare bene il naso, però, vuol dire anche saper evitare quelli che sono gli errori più comuni, che possono essere commessi sia dai bambini che dagli adulti. Uno dei più frequenti, ad esempio, è quello di emettere troppa aria e quindi esercitare una pressione eccessiva sulle pareti del naso.

In questo caso, bisogna fare molta attenzione, in quanto potrebbero rompersi alcuni capillari, generando epistassi e sanguinamento. Non solo, in alcuni casi un’eccessiva pressione dell’aria potrebbe causare dei danni anche alle orecchie. Il consiglio allora è di soffiare con decisione, ma senza sforzi eccessivi.

Laddove il naso fosse eccessivamente congestionato, sarebbe più opportuno ricorrere ad aerosol o soluzioni saline in grado di rendere il muco più fluido e favorirne l’espulsione. Non solo, anche alcuni sciroppi ad azione mucolitica possono essere molto utili in questi casi. Se il muco è troppo solido, il rischio è infatti di soffiare inutilmente, con la possibilità di provocare danneggiare le cavità nasali.

Un altro errore tipico che tendiamo a fare è quello di far passare troppo tempo fra una soffiata e l’altra. In questo caso è più facile che si crei una congestione nasale e che, quindi, sia più difficile liberarsi del muco. Non solo, soffiare il naso di rado potrebbe essere controproducente anche in chi soffre di sinusiti e riniti. Cerca allora di soffiare con moderazione ma più frequentemente, in modo da facilitare il lavoro di espulsione.

Fra gli errori più comuni rientra poi anche quello di soffiare da entrambe le cavità nasali contemporaneamente potrebbe essere controproducente. Il rischio è infatti di creare un’eccessiva pressione che potrebbe danneggiare l’apparato uditivo e le stesse cavità. In questo caso, quindi, il consiglio è di provare a soffiare una cavità alla volta, alternandole.

Infine, al di là delle tecniche migliori per liberare il tuo naso dal muco, è bene che tu lo faccia servendoti sempre di fazzoletti puliti e adatti all’uso. Evita quindi di utilizzare pezzi di carta o tovaglioli di altro tessuto che potrebbero creare irritazioni ed essere pericolose fonti di batteri. Cerca invece di preferire sempre fazzoletti di carta di buona qualità e soprattutto molto morbidi. In questo modo, nel caso in cui dovessi soffiare il naso più di frequente, eviterai arrossamenti e screpolature.

 

 

Prodotti in offerta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro + 10 =