Addominali bassi a casa: gli esercizi più efficaci

Avere una pancia piatta e tonica non sempre richiede ore e ore in palestra. Per eseguire gli addominali in maniera corretta infatti è sufficiente avere a portata di mano un tappetino e il gioco è fatto: potrai fare gli esercizi anche a casa tua. In base alle tue esigenze e preferenze, potrai scegliere fra esercizi per potenziare gli addominali bassi oppure quelli alti. I primi in particolare sono fra i muscoli più difficili da allenare e stimolare, ma sono anche quelli che risultano decisivi per avere un ventre tonico e perfettamente in forma.

Addominali bassi a casa: i migliori esercizi

Tuttavia potenziarli nel modo giusto è possibile. Ti basterà eseguire esercizi specifici, pensati e ideati proprio per sviluppare gli addominali bassi anche a casa. Fra gli esercizi più efficaci troviamo ad esempio la forbice o sforbiciata. In questo caso la posizione da assumere è quella supina, lasciando le gambe tese e leggermente sollevate da terra. A questo punto dovrai sollevare una delle due gambe sino all’altezza del bacino, facendo in modo tale che la schiena rimanga sempre aderente a terra.

Poco dopo potrai fare la stessa cosa con l’altra gamba, alternandole alla velocità che preferisci. In realtà il consiglio è di rallentare il più possibile l’esercizio, così da stimolare ulteriormente il muscolo addominale. Questo esercizio è molto semplice da eseguire e non richiede l’utilizzo di alcuno strumento. Inizialmente puoi eseguirne tre serie ma, dopo aver acquisito una certa pratica, potrai anche andare avanti per 5 minuti di seguito.

Un altro esercizio per addominali bassi è quello della bicicletta, molto praticato sia dagli adulti che dai più piccoli. Anche in questo caso dovrai assumere una posizione supina, ma le gambe dovranno essere piegate. L’esercizio è molto simile a quello della forbice e, come il primo, rappresenta un ottimo modo per rinforzare i muscoli addominali bassi. Durante la pedalata la schiena dovrà rimanere ancorata a terra, così come il bacino. In questo modo saranno proprio gli addominali bassi a lavorare. Non solo, ricorda anche di curare molto la respirazione, che dovrà essere regolare in modo da non non affaticare ulteriormente il corpo.

XPower B side elettrostimolatore: scopri come avere glutei tonici e scolpiti!

Durante l’esercizio, inoltre, le gambe non dovranno mai toccare il pavimento. Cerca quindi di mantenerle almeno 2 cm al di sopra della terra, in modo da sfruttare al massimo la tensione muscolare degli addominali bassi, rafforzandoli. L’esercizio andrà eseguito per un massimo due minuti. Successivamente potrai poggiare i piedi a terra e ripetere nuovamente.

Infine, fra i migliori esercizi per gli addominali bassi a casa, abbiamo anche un esercizio davvero semplicissimo ma altrettanto efficace per far lavorare questi muscoli. Anche in questo caso la posizione di esecuzione è da supini. Le gambe saranno stese e adagiate sul pavimento ma con i piedi a martello. Come nel caso della sforbiciata, anche qui dovrai sollevare la gamba fino a quando non arrivi a formare un angolo retto con il busto. A questo punto però, contrariamente a quanto fatto nei precedenti esercizi, potrai sollevare leggermente il bacino e mantenere questa posizione per un po’, fino a quando non alzerai anche l’altra gamba.

Nel riportare la prima al punto iniziale fai molta attenzione, in quanto è molto importante controllare anche questo movimento. Pur essendo molto facile da eseguire, questo esercizio per addominali bassi è fra i tre proposti sicuramente il più impegnativo. Per questo motivo, ti suggeriamo di iniziare con due cicli da dieci ripetizioni per poi arrivare a un massimo di tre cicli per venti ripetizioni.

Eseguendo questi tre esercizi specifici per addominali bassi, riuscirai ad avere una pancia davvero invidiabile. Tuttavia, per ottenere ottimi risultati, dovrai seguire anche la giusta routine, in modo da evitare affaticamenti inutili ed avere in breve tempo il maggior numero di benefici. Nell’arco di una settimana potresti ad esempio cominciare con la sforbiciata per poi eseguire, dopo due giorni, la bicicletta. E’ infatti molto importante non sovraccaricare eccessivamente gli addominali e lasciare fra un esercizio e l’altro almeno un giorno di assoluto riposo. L’ultimo giorno, invece, potresti invece concentrarti su altre attività, come la corsa e l’aerobica, in modo da stimolare il metabolismo e bruciare così il grasso in eccesso, svolgendo così un’azione complementare a quella degli esercizi.

 

Prodotti in offerta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 + 7 =