Addominali ipopressivi per pancia piatta: ecco gli esercizi migliori

Hai mai sentito parlare degli addominali ipopressivi? Si tratta di un particolare tipo di addominali che combinano alcune tecniche respiratorie ad altre tecniche posturali e consentono di ridurre il girovita e tonificare il ventre.

Addominali ipopressivi per pancia piatta: come funzionano?

Questi addominali, a differenza di quelli più classici, sfruttano in particolare la contrazione del diaframma che consente di rafforzare maggiormente i muscoli dell’addome e la parte bassa della schiena.

In questo modo, infatti, viene applicata una pressione all’interno del corpo che attiva sia la zona pelvica sia la fascia addominale. Rispetto agli addominali classici, quelli ipopressivi si caratterizzano quindi proprio per il tipo di pressione esercitata sull’addome e su tutti gli altri organi. Ed è grazie a questa pressione che è possibile ridurre sensibilmente il girovita e tonificarlo.

In particolare praticando regolarmente gli addominali ipopressivi potrai:

  • ridurre e tonificare la pancia
  • correggere la postura e migliorare l’equilibrio
  • tonificare la muscolatura addominale e perineale
  • prevenire i dolori pelvici
  • ridurre lo stress e il mal di schiena
  • migliorare il rendimento sportivo e aiuta a prevenire le lesioni.

E’ chiaro quindi che se stai cercando di asciugare l’addome, questi esercizi sono sicuramente i più efficaci e adatti all’obiettivo. Tuttavia, il consiglio è di non concentrarsi esclusivamente su questo genere di addominali. Gli addominali ipopressivi infatti dovrebbero essere effettuati sempre in abbinamento ad altri esercizi complementari, come il plank per esempio.

Non solo, all’attività fisica è sempre opportuno accompagnare anche stili di vita corretti, una sana alimentazione e, se possibile, assumere anche qualche integratore. L’unica raccomandazione è di utilizzare sempre prodotti naturali e che consentano di rafforzare i muscoli senza introdurre sostanze potenzialmente pericolose per la salute.

Prodotti per gli addominali: ecco i migliori 5!

Addominali ipopressivi per pancia piatta: ecco come farli

A questo punto, però, vediamo come praticare correttamente gli addominali ipopressivi. Nonostante non prevedano un forte sforzo fisico, questi esercizi non sono sempre facili da eseguire e, soprattutto le prime volte, si può avere qualche difficoltà. Innanzitutto è bene sapere che questi esercizi includono quattro fasi distinte, ovvero una posizione iniziale, inspirazione, fase di apnea e fase dell’espirazione. Se vuoi ottenere i risultati migliori, il consiglio è di variare le posizioni ad ogni fase.

Nella prima fase, ovvero quella della posizione iniziale, dovrai metterti in piedi, con le gambe divaricate in linea con le spalle e con le ginocchia leggermente piegate. A questo punto potrai piegare il busto in avanti e allargare le braccia come se dovessi abbracciare qualcuno. La schiena dovrà essere dritta e lo sguardo volto in avanti.

Nella fase dell’inspirazione invece, dovrai inspirare e cercare di espandere le costole il più possibile. A questo punto la pancia si contrarrà e dovrai mantenere questa posizione per qualche secondo. Segue la fase di apnea, in cui dovrai trattenere il respiro per 10-15 secondi.

Infine, nella fase dell’espirazione potrai rilasciare a poco a poco l’aria e tornare alla tua posizione di partenza. Il consiglio è di non eseguire gli addominali senza sosta, ma di mantenere un ritmo respiratorio equilibrato, attendendo circa 20 secondi prima di ripetere l’esercizio.

Rispettando ciascuna delle fasi avrai eseguito gli addominali ipopressivi in modo corretto. Tuttavia, al di là della loro efficacia, è bene ricordare che questi esercizi non sono miracolosi né sono in grado di portare risultati in poco tempo. Praticarli costantemente può sicuramente aiutare a rafforzare e tonificare il tuo girovita, ma non può essere l’unico strumento per avere una pancia piatta.

Allenare addominali alti: scopri gli esercizi più adatti!

Non solo, per ottenere risultati efficaci è bene fare attenzione ad alcuni aspetti. Se infatti l’esecuzione dell’esercizio va rispettata, in ogni sua fase, è altrettanto importante anche ricorrervi con regolarità. Il consiglio è di praticarli due volte al giorno, preferibilmente nelle prime ore della giornata.

Al contrario sarebbe bene evitare gli addominali ipopressivi subito dopo aver mangiato o la sera prima di andare a dormire. Ricorda inoltre che, anche se con questo genere di addominali la schiena non si sforza eccessivamente, è sempre bene eseguirli correttamente in modo da evitare eventuali lesioni. Se sarai costante, seguirai uno stile di vita corretto e un’alimentazione sana e bilanciata, i risultati non tarderanno ad arrivare. Potrai infatti notare i primi miglioramenti già dopo un mese.

Prodotti in offerta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

19 − 11 =