Consigli sugli addominali di Mo Farah per la corsa

Quando si parla di addominali generalmente si tende a pensare alla cosiddetta “tartaruga”, ovvero gli addominali anteriori. Tuttavia, i muscoli addominali non sono un blocco unico, ma si dividono in diverse tipologie ed ognuna riveste una funzione più o meno importante a seconda del tipo di attività fisica svolta.

Consigli sugli addominali di Mo Farah: gli addominali per la corsa

In chi pratica la corsa, ad esempio, come il fuoriclasse Mo Farah, molto importante è lo sviluppo e il rafforzamento dei muscoli addominali obliqui interni ed esterni. Questi muscoli, infatti, svolgono un ruolo decisivo in quanto permettono di stabilizzare il passo.

In particolare, la loro contrazione ha effetto sulla parete addominale e sulla gabbia toracica, e quindi influisce anche nel gesto respiratorio, consentendo al diaframma di lavorare nel migliore dei modi. I muscoli addominali obliqui sono composti da due fasci, esterni ed interni. Si tratta di muscoli posturali e quindi stabilizzatori della colonna e della gabbia toracica.

Essendo molto importanti per la corsa, è naturale che il runner britannico dedichi all’allenamento di questi muscoli gran parte del proprio tempo. Non solo, ultimamente, Mo Farah ha deciso di condividere i suoi allenamenti e alcuni consigli per potenziare gli addominali anche sul proprio profilo Instagram.

Naturalmente gli esercizi sono fondamentali per rafforzare e accrescere la massa muscolare. Tuttavia, aiutarsi con qualche integratore naturale è sicuramente un modo per velocizzare il processo e ridurre i tempi di recupero dopo gli allenamenti. XG55, per esempio, è un prodotto completamente naturale e quindi privo di controindicazioni a base di vitamine e aminoacidi che ha lo scopo di aumentare la produzione di testosterone.

Incrementando la quantità di questo ormone è possibile rafforzare e proteggere la salute dei muscoli, riducendo al tempo stesso anche la massa grassa. Insomma un aiuto in più che ti aiuterà a raggiungere più in fretta i tuoi obiettivi. Fra i vari vantaggi XG55 ha anche quello di ridurre i tempi di recupero dopo un allenamento. Di conseguenza avvertirai meno stanchezza e sarai subito pronto per affrontare una nuova dose di addominali.

Grazie alla presenza di creatina e arginina, questo integratore è anche in grado di migliorare i livelli di energia, l’umore e combattere anche possibili disturbi come l’impotenza. L’arginina, infatti, agisce come un vero e proprio afrodisiaco, aiutandoti a migliorare anche le tue performance sessuali.

Con XG55 otterrai tutti gli effetti positivi di un qualsiasi anabolizzante, ma non correrai alcuni rischio per la tua salute. Assumerlo è inoltre molto semplice: ti basterà prenderlo 30 minuti prima dell’attività fisica e ripetere il trattamento per almeno 1 mese.

Consigli sugli addominali di Mo Farah: come potenziare gli addominali obliqui

E’ però molto importante ricorda che, pur aiutando e rafforzando la massa muscolare, XG55 non può essere considerato come un’alternativa all’attività fisica. Praticare gli esercizi giusti è infatti fondamentale per avere addominali forti e scolpiti, e lo è ancora di più per gli addominali obliqui.

Gli obliqui possono essere stimolati frequentemente, anche tutti i giorni. Tuttavia il consiglio è di evitarli dopo allenamenti pesanti o ripetute e soprattutto di non farlo a stomaco vuoto.
Fra gli esercizi che Mo Farah consiglia al suo pubblico di appassionati troviamo il plank laterale in appoggio su gomito. In questo caso è importante mantenere la posizione 1 minuto. L’esercizio va ripetuto 5-7 volte e prevede una respirazione lunga e profonda.

Esercizio completo addominali: scopri come allenarti!

Un altro esercizio consiste invece nell’aggrapparsi a una sbarra e portare le ginocchia a 90°. A questo punto dovrai ruotare il busto lateralmente a destra e sinistra per 5-7 volte. Il consiglio è di effettuarne 3-4 sessioni consecutive.

Xpower elettrostimolatore: scopri come funziona!

Un altro esercizio per gli addominali obliqui va eseguito seduti a terra, con le ginocchia flesse e i piedi sollevati dal pavimento. A questo punto dovrai stringere con entrambe le mani una palla al petto e portarla a destra e a sinistra del busto. L’esercizio va ripetuto una decina di volte.

E’ chiaro che l’esecuzione saltuaria di questi esercizi non ti aiuterà ad ottenere il fisico di Mo Farah. Il primo passo è quindi quello di eseguirli con costanza e senza mai perdersi d’animo. I risultati, anche se più lentamente, arriveranno. In ogni caso, ti aiuteranno a migliorare la postura in corsa, prevenire infortuni agli arti inferiori e a rendere l’addome più gradevole anche esteticamente.

Prodotti in offerta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

15 − 7 =