Crampi addominali in palestra: da cosa dipendono e come agire

Sei un fanatico della forma fisica e ti capita di trascorrere ore e ore in palestra? Allora, prima o poi, ti sarai imbattuto anche in alcuni dolori addominali tipici del post-workout. Si tratta di veri e propri crampi alla pancia, che rappresentano spesso una reazione naturale ad un’intensa attività fisica. Normalmente si manifestano quando il nostro corpo non è sufficientemente riscaldato, oppure non è abituato ad allenarsi con regolarità. Non solo, vi sono anche alcune condizioni fisiche o traumi che possono dare origine ai crampi addominali quando si è in palestra.

Crampi addominali in palestra: i rimedi più efficaci

In tutti questi casi, prevenire il dolore addominale è possibile, adottando alcuni semplici rimedi che consentono di non stressare il muscolo, preparandolo il più possibile all’esercizio fisico.

  1. Riscaldamento
    Come dicevamo, un mancato e adeguato riscaldamento rappresenta una delle cause più frequenti di crampi muscolari. Questa regola è valida anche per i crampi addominali, che possono manifestarsi dopo aver eseguito diverse serie di esercizi per tonificare la pancia. Il riscaldamento è fondamentale in qualsiasi attività sportiva, e lo è ancora di più nel caso in cui la si pratichi in maniera irregolare. Una muscolatura poco allenata dovrà essere adeguatamente riscaldata, in modo tale da evitare proprio strappi e dolori all’addome. Il consiglio perciò è di effettuare degli esercizi di riscaldamento poco prima di dedicarsi agli addominali veri e propri.

    XPower & B Side: scopri come scolpire i tuoi glutei senza sforzo!

    Particolare attenzione andrà riservata alla fascia muscolare degli addominali bassi. Prova a cominciare in maniera graduale, effettuando esercizi leggeri per poi aumentare gradualmente l’intensità. Un ottimo esercizio di riscaldamento per l’addome è costituito dalle distensioni su panca.

  2. Stretching
    Non solo, un buon rimedio per evitare i crampi addominali in palestra è quello di distendere i muscoli con lo stretching. Gli esercizi di questo tipo, infatti, contribuiscono a contrastare l’azione dell’acido lattico, espellendolo dai muscoli addominali. Si consiglia di effettuare lo stretching sia in fase di riscaldamento che dopo l’allenamento in palestra. In questo modo potrai migliorare l’elasticità dei muscoli, evitando così che possano irrigidirsi e andare incontro a crampi.
  3. Idratazione
    All’origine di un crampo muscolare spesso si nasconde anche una cattiva idratazione, che corrisponde a una carenza di sali minerali. Il crampo infatti può essere causato da una mancanza di potassio e magnesio e, proprio per questo, è bene mantenere sempre la giusta idratazione, bevendo il più possibile. D’altra parte l’allenamento fisico, soprattutto se intenso, genera una maggiore perdita di liquidi e, proprio per questo motivo, è necessario compensare bevendo più spesso. Non solo, anche l’alimentazione può aiutare. Prima del work-out ad esempio può essere utile consumare cibi ricchi di potassio e magnesio e, al tempo stesso, dall’alto potere energetico. E’ il caso della frutta secca, come le mandorle, ma anche delle banane che sono un’ottima fonte di potassio.
  4. Massaggi e movimento
    Un ulteriore rimedio naturale che consente di prevenire i crampi addominali è quello di applicare del ghiaccio sui muscoli doloranti. In questo modo è possibile contrastare la rigidità muscolare e mantenere il muscolo caldo e in movimento. Con l’interruzione dell’attività fisica, l’addome potrebbe infatti subire un brusco irrigidimento dando origine proprio al crampo. I massaggi in particolare, aiutano a smuovere l’acido lattico e le tossine presenti nella muscolatura.
  5. Riconoscere le microlesioni
    Tuttavia, non sempre i crampi addominali derivano da una carenza di minerali o da uno scarso allenamento muscolare. A volte, all’origine di questi dolori possono esservi delle microlesioni, che devono essere opportunamente riconosciute. Queste lesioni sono generate proprio dal muscolo che, durante l’allenamento, cerca di opporre resistenza allo sforzo, frenando l’allungamento. Quando questo accade è possibile che i muscoli vadano incontro a delle lesioni, a causa dell’eccessiva contrazione che non sopporta la tensione. Laddove dovessero esservi lesioni di questo genere sarebbe preferibile consultare il proprio medico di fiducia.
  6. Antidolorifici
    Prevenire i crampi addominali in palestra è possibile. Tuttavia, può accadere che, al di là di tutte le accortezze, i dolori sopraggiungano in maniera inaspettata. In questo caso, laddove i crampi fossero molto forti e insopportabili, ti consigliamo di provvedere con degli antidolorifici. E’ possibile assumerli sia per via topica che orale, anche se in questo caso è sempre bene consultare prima il parere del proprio medico.

 

Prodotti in offerta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

uno × tre =