Donne: come raggiungere la forma giusta

Non tutti i corpi sono uguali e non tutti i corpi hanno bisogno dello stesso tipo di allenamento per raggiungere una forma ottimale.

Quando si parla di fitness mirato, non si può partire cominciando ad eseguire gli stessi esercizi dell’amica: occorre prima guardarsi ed individuare quali sono le nostre zone critiche. Sono proprio le zone critiche su cui si andrà a lavorare con maggior forza e sono invece le nostre zone migliori quelle che andremo a valorizzare.

Per capire quale tipo di esercizi dobbiamo mettere al primo posto, vediamo quale è la nostra struttura naturale.

Se abbiamo le spalle naturalmente larghe ed i fianchi stretti, quello che dobbiamo combattere è il rilassamento della parte alta del corpo, sgradevolissimo da vedere specie se il tricipite forma la classica tenda. Usiamo allora manubri o, se non li abbiamo, sostituiamoli con bottiglie di acqua piene. Tenendo il peso nelle mani, flettiamo in modo alternato i due avambracci, portando le mani alle spalle e facendoli ridiscendere. Eseguiamo questi esercizi per 10 volte, facendo 3 serie successive intervallate da uno o due minuti di pausa.

Se vogliamo ridurre il giro vita che, inspiegabilmente, da un po’ di tempo a questa parte sembra avere perduto le sue naturali curve, dobbiamo invece lavorare con i muscoli addominali. Sdraiamoci a terra, mettiamo le game raccolte a 45 gradi e, con le mani dietro la nuca, solleviamo il più possibile il busto facendo molta attenzione a non forzare troppo il collo: non è la testa che si deve sollevare, ma il busto ed il collo deve restare il più possibile rilassato. Ripetiamo per almeno 5 volte serie composte di almeno 8 piegamenti ed aumentiamo progressivamente il numero di settimana in settimana.

Per valorizzare la parte inferiore del corpo, invece, sia se abbiamo i glutei troppo larghi, sia per modellare le cosce, gli esercizi adeguati sono i cosiddetti squat. Da eseguire a gambe divaricate per agire sulla parte alta e a gambe chiuse per agire sui polpacci, gli squat sono piegamenti eseguiti flettendo le ginocchia fino a portare i glutei il più in basso possibile, mantenendo la schiena diritta e le braccia in avanti, da ripetere 10 volte per 3 serie successive.

Prodotti in offerta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 + 9 =