Farmaci per raffreddore: i più efficaci e rapidi

Quando il raffreddore è molto forte e persistente, i rimedi naturali spesso non bastano ed è necessario ricorrere alle cure e i medicinali più efficaci in commercio. Di farmaci per raffreddore ce ne sono tanti, ma soltanto alcuni sono davvero efficaci e permettono di liberarsi in breve tempo di tutti i sintomi del raffreddore.

Spesso infatti le cure sono troppo lunghe e inefficaci e lasciano degli strascichi che, se sottovalutati, possono portare a peggioramenti e ulteriori complicazioni. Un banale raffreddore non curato può facilmente trasformarsi in una bronchite, oppure può provocare un’infiammazione dei seni nasali.

Per questo curare bene il raffreddore è molto importante e bisogna farlo scegliendo solo i rimedi e prodotti giusti. D’altronde, oltre ai rischi per la salute, il raffreddore è anche fonte di disagio, in quanto impedisce una corretta respirazione e provoca spesso naso chiuso.

C’è anche da dire che ci sono condizioni e tipi di naso che favoriscono l’insorgere di infiammazioni e raffreddori e su cui quindi bisognerebbe intervenire. In caso di deviazione del setto nasale, si procede con la settoplastica, un intervento chirurgico che non ha nulla a che vedere con la rinoplastica.

In quest’ultimo caso, infatti, le modifiche riguardano l’aspetto estetico del naso e non quello funzionale. Si tratta in ogni caso di un intervento molto invasivo e che, come tutti gli interventi, può sempre comportare qualche rischio per la salute.

Per questo motivo, se stai cercando consigli su come rimpicciolire il naso, devi sapere che esistono alternative alla rinoplastica, molto meno invasive e dolorose. Stiamo parlando di Rhinocorrect, un correttore nasale realmente efficace e che ha già avuto molto successo negli Stati Uniti.

Questo correttore naso agisce sui principali difetti, dal naso con la gobba a quello a patata, ed è in grado di ridurre la lunghezza del naso di 1-2 mm. E non solo, Rhinocorrect riesce anche a sollevare la punta del naso, ne riduce la larghezza ed è capace di eliminare anche eventuali asimmetrie.

Tutto senza alcuna fatica né effetti collaterali. Questo strumento è facile da usare e rappresenta sicuramente una valida alternativa alla chirurgia, essendo meno costoso e assolutamente sicuro per la tua salute.

Farmaci per raffreddore: quali usare?

Ma veniamo ai rimedi per il raffreddore, e in particolar modo ai farmaci più efficaci per combatterlo. I primi e più importanti sono sicuramente i decongestionanti nasali. Si tratta di farmaci in grado di combattere il congestionamento nasale e che agiscono quindi direttamente sciogliendo il muco e liberando le cavità nasali.

Fra questi troviamo sciroppi, spray nasali, compresse e tutti quei medicinali a base di fenilefrina e pseudoefedrina. Bisogna fare attenzione però a non usarli troppo a lungo.

Accanto ai decongestionanti troviamo anche gli antistaminici. In particolare, gli antistaminici di prima generazione, già presenti fra l’altro in alcuni farmaci per il raffreddore, riducono i fastidiosi sintomi associati a questo disturbo. Assumendoli sarà quindi possibile ridurre gli starnuti e il naso che cola, per esempio.

Per l’antistaminico difenidramina, in particolare, è anche riconosciuta un’azione antitossigena. Questo significa che, assumendo questo antistaminico, è possibile ridurre anche la tosse associata al comune raffreddore. Oltre alla difenidramina, altrettanto efficaci nella cura del raffreddore sono anche la doxilamina succinato e la clorfeniramina.

Diverso è il caso degli antistaminici di seconda generazione, con i quali i primi non vanno assolutamente confusi. Per curare efficacemente il raffreddore, inoltre, spesso si suggerisce un uso combinato di decongestionanti e antistaminici.

Nel caso in cui invece il raffreddore sia accompagnato anche da febbre e sintomi influenzali, allora il consiglio è di assumere farmaci antipiretici, come il paracetamolo. In questo modo sarà possibile alleviare i sintomi e abbassare anche la temperatura. In particolare, gli agenti antipiretici riducono la febbre bloccando i composti chimici dell’organismo responsabili del dolore e dell’aumento di temperatura corporea.

Diverso è il caso in cui il raffreddore sia accompagnato anche da tosse. In questo caso, soprattutto se la tosse è grassa, è possibile usare mucolitici, in grado di fluidificare il muco, ed espettoranti, ovvero in grado di facilitare l’emissione del catarro.

E se a tosse e raffreddore dovesse affiancarsi anche un terribile mal di gola? La causa potrebbe essere batterica, e di conseguenza si dovrà valutare l’eventualità di procedere con una cura antibiotica. Naturalmente, in questi casi, prima di acquistare il farmaco è necessario farsi visitare dal proprio medico di fiducia.

Prodotti in offerta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

7 + 13 =