Garcinia controindicazioni tiroide: ecco cosa accade davvero

La garcinia è una pianta esotica originaria del Sud-est asiatico, il cui frutto rappresenta un vero e proprio elisir di benessere e salute per il nostro organismo. Questa pianta è infatti ricca di proprietà e benefici per il nostro corpo, anche se uno dei suoi principali effetti riguarda la perdita di peso. Non a caso, la garcinia è spesso utilizzata anche nella preparazione di integratori e pillole dimagranti naturali, a volte anche in abbinamento ad altri ingredienti e sostanze in grado di accelerare il metabolismo, come tè e caffè verde.

Garcinia controindicazioni tiroide: i rischi per la salute

Tuttavia, nonostante questa sostanza abbia un alto potere dimagrante e sia anche in grado di ridurre il colesterolo ed aumentare i livelli di serotonina, la garcinia non è esente da effetti collaterali e possibili controindicazioni. In realtà si tratta di casi molto circoscritti ma che devono essere conosciuti in modo tale da evitare un peggioramento delle proprie condizioni di salute.

I soggetti affetti da tiroiditi, ad esempio, prima di assumere garcinia dovrebbero consultare il proprio medico di fiducia. Questo perché la sostanza potrebbe interagire e alterare la funzionalità di farmaci e ormoni tiroidei, che il paziente generalmente assume in questi casi. La garcinia, infatti, interagisce con la tiroide, in quanto agente stimolante del metabolismo, incrementandone l’attività.

Garcinia Cambogia funziona: scopri come dimagrire senza rischi!

Proprio per questo, in caso di un suo malfunzionamento e in assenza di controindicazioni, assumere questa sostanza tramite appositi integratori naturali, potrebbe persino aiutare e migliorare lo stato di salute della ghiandola. Il merito andrebbe all’azione dell’acido idrossicitrico, una sostanza che stimolerebbe gli ormoni tiroidei, aiutando a controllare il peso. L’acido idrossicitrico in particolare controlla i processi di lipolisi, durante i quali avviene la scissione dei trigliceridi, l’inibizione della sintesi di acidi grassi e la loro trasformazione in energia.

Laddove si decidesse di assumere garcinia come integratore dimagrante e brucia-grassi, non vi sarebbe quindi alcun rischio reale per la tiroide. Al contrario, la garcinia potrebbe persino aiutare la ghiandola, riattivando il metabolismo e favorendo così la perdita di peso. E’ chiaro che i benefici di questa sostanza riguardano problematiche legate a uno scarso funzionamento della tiroide. La garcinia sarebbe perciò indicata in caso di ipotiroidismo. Al contrario, chi soffre di ipertiroidismo dovrebbe assolutamente evitarla. La sostanza, inoltre, andrebbe evitata anche in caso di diabete e malattie degenerative. Infine, la garcinia è un integratore sconsigliato durante la gravidanza e l’allattamento, così come la maggior parte delle sostanze in grado di riattivare il metabolismo.

Garcinia controindicazioni tiroide: i benefici sulla salute

Il potere dimagrante della garcinia resta però indiscusso. Vero e proprio brucia-grassi naturale, oltre a prevenire l’accumulo di grasso, questa sostanza sarebbe anche in grado di ridurre il senso di appetito. Questo grazie ad un’azione sui livelli di serotonina, ormone che regola anche la fame nervosa e le abbuffate.

L’incremento di serotonina si riflette anche sull’umore più in generale, che grazie all’assunzione di garcinia, subirà un miglioramento. Non solo, la garcinia è un toccasana anche in caso di colesterolo alto. Questa sostanza permette infatti di ridurne la quantità, agendo su quello cattivo, in modo tale da prevenire eventuali disturbi cardio-vascolari. Inoltre, la garcinia agisce anche come regolatore dei livelli di zucchero nel sangue. Proprio per questo, pur essendo consigliata in caso di iperglicemia, deve essere evitata laddove la persona sia in cura con farmaci per il trattamento del diabete. In questo caso infatti, si potrebbe generare una diminuzione troppo forte che, a sua volta, potrebbe comportare ipoglicemia, altrettanto pericolosa e rischiosa per la salute.

Gli effetti dimagranti della garcinia sono visibili sin dalle prime settimane di assunzione. Potrai notare prima di tutto una riduzione dell’appetito, a cui si accompagnerà anche un’accelerazione del metabolismo. Successivamente, la sostanza andrà ad agire anche sulla conversione dei grassi e degli zuccheri in eccesso in energia, con notevoli benefici sull’accumulo di adipe. In questo modo ti libererai del grasso in eccesso, riducendo il peso e rimodellando completamente la tua silhouette. Al tempo stesso, potrai prevenire anche la formazione di grasso nuovo, migliorando i livelli di colesterolo.

 

 

Prodotti in offerta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque × 2 =