Oli per massaggio: i 5 migliori per il benessere del corpo

Gli oli per massaggio non servono solo a far scorrere più facilmente le mani per manipolare i muscoli e i tessuti, ma aiutano a nutrire la pelle, donandole i principi nutritivi di cui ha bisogno. Per questa ragione, quando si sceglie un olio essenziale, bisogna tenere conto, innanzi tutto, del tipo di pelle che si andrà a trattare: secca, grassa, delicata o mista.

In linea di massima, si può affermare che tutti gli oli possono costituire un ottimo olio da massaggio, ma ognuno ha le sue caratteristiche particolari. Esistono, ad esempio, prodotti più indicati in caso di cute arida, e altri che, invece, sono specifici per pelli impure. Alcuni oli hanno proprietà terapeutiche simili: in questi casi la scelta dipende dal gusto personale.

Gli oli per massaggi si possono anche unire, in modo da creare un unguento che agisca in sinergia per alleviare determinati disturbi. Gli esperti consigliano, tuttavia, di non mischiare più di 5 essenze diverse.

Ecco gli oli da preferire in base al tipo di pelle:

  • pelle secca: olio di oliva, argan, rosa mosqueta, avocado e cocco
  • pelle grassa: olio di semi di canapa, rosa canina, cardo e nocciola
  • cute con dermatite: olio di camomilla, geranio, bergamotto, neroli e rosa
  • pelle rilassata: olio di geranio, rosa, gelsomino, ylang ylang

Come scegliere l’olio a seconda del trattamento

oli per massaggio rilassante

 

Ogni massaggio ha il suo olio ideale. Vediamo quale usare in ogni circostanza.

  • oli per massaggio rilassante: i migliori oli essenziali per allontanare ansia e stress sono l’olio di lavanda, l’olio di bergamotto e l’olio di arancio amaro
  • contro la tensione muscolare e articolare: per combattere l’affaticamento dei muscoli, gli oli più indicati sono quelli di rosmarino, di ginepro e di limone
  • oli per massaggio erotico: il miglior afrodisiaco è l’olio ylang ylang, che stimola la sensualiità e il desiderio carnale in entrambi i sessi
  • oli per massaggio ayurvedico: si usa soprattutto l’olio di cocco, l’olio di sandalo, gli oli erbolizzati detti Tailam (composti da olio di sesamo arricchito con erbe mediche), l’olio di jojoba e quello di mandorla
  • anti-cellulite: per questo tipo di manipolazione si usano soprattutto oli essenziali di rosmarino, pompelmo, ginepro, cipresso, salvia e arancia
  • massaggio seno: gli oli più indicati per tonificarlo ed ingrandirlo sono l’olio di finocchio, l’olio di carota e l’olio di germe di grano, ricchi di fitoestrogeni naturali

Scopri tutti i tipi di massaggio alla schiena!

Oli per massaggio corpo: qual è il migliore?

oli massaggio rilassante

In commercio puoi trovare oli massaggio già pronti. Vediamo quali sono i migliori a seconda delle esigenze:

Oli per massaggio sensuale Loovara

E’ il prodotto ideale per scaldare l’atmosfera durante massaggi intimi ed erotici. Prima di massaggiare, si consiglia di scaldarlo un po’ tra le mani. Perfetto per i preliminari, è adatto anche per le parti più intime e sensibili. Usalo per fare impazzire lui a letto!

Olio per massaggi rilassanti

Il miglior olio rilassante è quello di lavanda. Prova quello Weleda, naturale, bio e certificato. La sua fragranza calma e rasserena, sciogliendo subito ogni forma di stress. La base è composta da finissimo olio di mandorla e di sesamo, che ammorbidiscono e levigano la pelle.

Olio per massaggio muscolare

Sempre di Weleda è l’olio per massaggi a base di arnica, prezioso per tonificare il corpo dopo uno sforzo muscolare. Ha una base di semi oleosi (girasole e oliva), sui quali si innestano l’olio di rosmarino e l’olio essenziale di lavanda. Contiene inoltre un estratto di foglie di betulla purissima ed estratto di arnica montana, tutti ingredienti preziosi per contrastare l’affaticamento muscolare. Ideale per sportivi e fisioterapisti.

Scopri proprietà e usi dell’olio di arnica!

Olio per massaggio anticellulite

E’ un olio massaggio professionale anti cellulite a base di olio vegetale ed estratto d’alga fucus, che aiuta a contrastare l’effetto buccia d’arancia e la ritenzione idrica. Si applica sulla pelle asciutta o inumidita, oppure dopo il trattamento con la crema specifica, per prolungare il massaggio.

Scopri come eseguire un massaggio anticellulite fai da te!

Oli per massaggio al seno

L’olio weleda per allattamento aiuta a prevenire le smagliature ed evita indurimenti del seno prima, durante e dopo l’allattamento. Allevia i dolori e la pelle risulta più elastica

Per aumentare il seno, invece, il massaggio dovrà essere eseguito con Breast Cream, una crema volumizzante molto efficace.

Quali sono i principali oli vettore per massaggi?

L’olio vettore, o olio di base, è un olio vegetale estratto da frutti e semi oleosi, utilizzato per diluire un olio essenziale al fine di applicarlo sulla pelle. Quest’ultimo, infatti, non si versa mai direttamente sulla cute: essendo molto concentrato, può facilmente irritarla.

La differenza tra olio vettore e olio aromatico è semplice: gli oli essenziali sono sostanze volatili liposolubili che racchiudono l’essenza della pianta, mentre gli oli vettore si estraggono dalle parti grasse di alcune piante, non evaporano e sono quasi inodore.

Ecco un elenco dei principali oli vettore: mandorle, lino, avocado, borragine, argan, cocco, girasole, jojoba, macademia, nocciola, oliva, mais, ricino, rosa mosqueta, sesamo, olio di vinaccioli, soia e zucca.

Ma vediamo come preparare oli per massaggio fai da te: aggiungi 40 gocce di olio essenziale (puoi sceglierne uno oppure mixarne fino a 4 tra loro) ogni 100 ml di olio base e il gioco è fatto!

 

Prodotti in offerta

2 Commenti

  1. Ho provato l’olio loovara per massaggio erotico, davvero buono e profumato… è stata un’esperienza un po diversa, da ripetere!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

7 − uno =