Prendere il sole in topless: 8 consigli per farlo correttamente

In molte sognano di avere una bella abbronzatura al seno, ma spesso lo tengono coperto per paura che prendere il sole in questa parte del corpo faccia male. Ma è davvero così? E come si fa a prendere il sole in topless senza correre rischi? Ecco 8 consigli per prendere il sole in topless senza correre rischi.

8 consigli per prendere il sole in topless

Ormai non è così infrequente vedere donne che prendono il sole a seno scoperto, perché il topless non scandalizza più così tanto (almeno in certi paesi). Il problema di prendere il sole sul seno, però, non è legato solo a delle convenzioni sociali: se è vero che non è dannoso quanto si credeva in passato, bisogna comunque seguire qualche accorgimento per far abbronzare in sicurezza anche questa parte del nostro corpo.

Ecco 8 consigli da tenere bene a mente quando si decide di prendere il sole in topless.

1.Esporre il seno al sole non fa venire il cancro al seno

Okay, questo non è proprio un consiglio; è più un dato di fatto. Secondo gli studi più recenti, non vi è alcuna correlazione tra l’esposizione del seno al sole e l’insorgenza del tumore alla mammella.

Come in qualsiasi altra parte del corpo, invece, anche la pelle del seno è sensibile alle scottature, che, si sa, possono causare tumori della pelle, perciò è bene proteggersi attentamente anche in questa zona (questo argomento lo approfondiremo nei punti successivi).

2. Mangia tanta frutta e verdura

Adesso sì, che iniziamo con i consigli!

Quella del seno è una zona che, più di altre, è caratterizzata da un’epidermide molto sensibile. Per farla abbronzare senza rischiare di danneggiarla, è importante proteggerla non solo dall’esterno, ma anche dall’interno. Ciò significa che è importante seguire una dieta ricca di frutta e verdura, prediligendo in particolare quei frutti e quegli ortaggi che contengono carotenoidi, oligo elementi, vitamine A ed E; tutte sostanze che aiutano la pelle a sviluppare una barriera naturale contro i raggi UV.

Mangiare frutta secca e bere tè verde, invece, serve a fare scorta di antiossidanti.

3. Prenditi cura quotidianamente della pelle del tuo seno

Tutte noi donne siamo perfettamente consapevoli dell’importanza di prendersi cura quotidianamente della pelle del viso, ma forse tendiamo a dimenticare che il seno ha altrettanto bisogno di cure, se vogliamo che anche in questa parte del nostro corpo la pelle appaia tonica, elastica e luminosa.

Il trattamento ideale per mantenere bella e giovane la pelle del seno consiste nel lavarla e idratarla quotidianamente, anche grazie all’impiego di appositi sieri, ed eseguire uno scrub leggero una volta alla settimana.

4. Preparati a prendere il sole

Per proteggere adeguatamente la zona del seno dagli effetti più deleteri dell’esposizione al sole, applicare una crema solare qualsiasi non basta. Per essere sicura di proteggerti adeguatamente, detergi la pelle, applica una crema a base di antiossidanti per nutrirla ed evitare la formazione di rughe, poi stendi uno strato di crema solare a base di ossido di zinco.

5. Scegli la giusta crema solare

La migliore crema solare per il seno ha due importanti caratteristiche:

  • protezione solare alta (almeno 35);
  • formulazione a base di ossido di zinco.

L’ossido di zinco, infatti, crea una barriera riflettente che impedisce alla pelle di assorbire i raggi del sole.

6. Applica la crema più volte al giorno

Non basta mettere la crema solare prima di andare in spiaggia, e poi dimenticarsi di farlo per il resto della giornata. Per garantire una protezione adeguata alla pelle del seno, bisogna ricordare di applicare la crema ogni 3 o 4 ore e riapplicarla ogni volta che si esce dall’acqua.

Ricorda di metterne un po’ di più nella zona dei capezzoli, che sono particolarmente sensibili e delicati.

7. Abitua la pelle al sole gradualmente ed evita le ore più calde della giornata

La pelle del seno, oltre ad essere particolarmente delicata, rimane spesso coperta. Per questo è importante esporla al sole in maniera graduale. Le prime volte che esponi il tuo décolleté al sole, fallo per un tempo limitato.

Anche quando il tuo seno inizia ad essere abbronzato, evita comunque di stare in topless nelle ore più calde della giornata (dalle 12 alle 16), quando i raggi sono più forti e la pelle rischia di scottarsi più facilmente.

8. Esegui un trattamento post – spiaggia

Affinché la pelle del tuo seno rimanga bella anche dopo averci preso sopra il sole, esegui un trattamento di bellezza post – spiaggia: detergi l’epidermide con un detergente non aggressivo, poi applica nuovamente la crema a base di antiossidanti.

Esporre il seno al sole dopo un tumore

Chi ha avuto un tumore in questa parte del corpo deve sempre chiedere il parere del medico, prima di esporsi al sole, perché in alcuni casi ciò potrebbe risultare dannoso.

In linea generale, è consigliabile evitare di esporre il seno al sole per almeno venti giorni se ci si è sottoposte ad un intervento; mentre bisogna aspettare almeno 2 mesi se ci si è sottoposte ad un ciclo di chemio o di radioterapia. In caso si stia ancora effettuando il trattamento, invece, l’esposizione al sole del décolleté è da evitare.

Suggeeriti per te

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

sei − quattro =