Shampoo contro psoriasi: funziona davvero?

La psoriasi è spesso fonte di disagio e problemi psicologici per chi ne soffre. Alcune tipologie, poi, sono ancora più fastidiose e antiestetiche di altre, in quanto colpiscono zone particolarmente evidenti e che è praticamente impossibile nascondere.

Una di queste è la psoriasi del cuoio capelluto. Questa forma di psoriasi si manifesta con placche e scaglie forforose che si staccano facilmente dalla pelle, peggiorando notevolmente l’aspetto del cuoio capelluto.

Insomma una problematica non da poco e che, proprio per il disagio estetico che è in grado di creare, si cerca di risolvere in tutti i modi possibili. Oltre alle terapie farmacologiche a cui è possibile sottoporsi, chi soffre di questa malattia spesso è alla ricerca di shampoo contro la psoriasi.

Cominciare ad usare un prodotto di questo tipo, infatti, potrebbe aiutare ad alleviare il disturbo o perlomeno ridurlo parzialmente. Intanto, prima di andare a vedere se esistono e come funzionano gli shampoo contro la psoriasi, possiamo offrirvi anche un altro suggerimento per combattere questa fastidiosa malattia della pelle.

Shampoo contro psoriasi: le alternative

Psorifix, ad esempio, è una crema formulata e pensata proprio per curare tutti i problemi legati alla psoriasi: dalla formazione delle chiazze, agli arrossamenti al prurito corporeo, che anche nel caso del cuoio capelluto è molto forte.

Questa crema, costituita solo da sostanze naturali e priva di parabeni, paraffine e altre sostanze nocive per l’organismo, agisce su tutti i sintomi della malattia e non solo. Il risultato, infatti, sarà una pelle finalmente libera da inestetismi e idratata, con tutto ciò che ne consegue anche in termini psicologici.

Una volta applicata sulla zona interessata dalla psoriasi, Psirofix comincia ad agire, combattendo l’infiammazione da un lato, e idratando e ammorbidendo al tempo stesso l’area toccata dall’altro. La crema è inoltre in grado di restituire ottimi risultati in pochissimo tempo: in appena 4 settimane potrai notare notevoli miglioramenti.

E soprattutto, Psirofix può essere utilizzata per la psoriasi alle mani ma anche per la psoriasi del cuoio capelluto. L’unica cosa è che, nel secondo caso, bisognerà abbinarla anche a una pomata al calomelano. Inoltre, anche la scelta dello shampoo giusto potrebbe fare la differenza.

Shampoo contro psoriasi: c’è da fidarsi?

Sicuramente chi soffre di psoriasi del cuoio capelluto dovrà fare molta attenzione agli shampoo da utilizzare per i propri capelli. Gli shampoo sono infatti miscele di tensioattivi che hanno l’obiettivo di sgrassare e lavare i capelli, ma che in alcuni casi possono provocare irritazione. Prima di acquistare uno shampoo, bisognerebbe allora fare molta attenzione agli ingredienti.

In particolare, se stai pensando di acquistare un shampoo contro la psoriasi, allora dovrai verificare una serie di condizioni. Innanzitutto, questo shampoo dovrà contenere, oltre ai principi attivi antipsoriasici, soltanto ingredienti selezionati per non produrre irritazione. Fra questi ricordiamo l’ittiolo solfonato, ad esempio, che essendo un riducente naturale può essere aggiunto allo shampoo grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e alla sua capacità di combattere il prurito. Fra gli shampoo da evitare segnaliamo invece quelli oleosi o a base di catrame vegetale, che purtroppo non hanno alcuna efficacia.

E se si volesse proprio evitare il lavaggio con lo shampoo? Anche questo si può fare. E’ infatti possibile sostituire lo shampoo con una crema da lavaggio priva di lauril-solfato, che viene chiamata anche base lavante. Questa base è in grado di detergere i capelli senza provocare secchezza o irritazione e, soprattutto, diminuisce prurito e desquamazione.

Nonostante tutte queste precauzioni, però, una delle cose più importanti da fare quando si soffre di questa patologia, è imparare a lavare i capelli nel modo giusto. Possiamo infatti comprare gli shampoo contro la psoriasi più adatti, sostituirli con una crema da lavaggio altrettanto efficace, ma se non laviamo i capelli nel modo giusto allora qualsiasi beneficio sarà vano.

Il consiglio, quindi, è innanzitutto di bagnare i capelli prima di cominciare le applicazioni. Successivamente, dopo aver applicato lo shampoo o la crema da lavaggio, bisognerà assolutamente evitare di strofinare e massaggiare con forza eccessiva. In questo modo infatti si rischierebbe di irritare ulteriormente la pelle. A questo punto, quindi, si dovrà sciacquare subito.

Per asciugare i capelli, è inoltre preferibile utilizzare un telo di cotone ed evitare di utilizzare il phon. Questo, infatti, dovrebbe essere utilizzato solo per completare l’asciugatura, e possibilmente evitando di indirizzare il getto d’aria direttamente sul cuoio capelluto.

 

Prodotti in offerta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

14 + uno =