Zenzero e brucia grassi: come perdere peso subito

Lo zenzero è una delle spezie più in voga del momento. Merito delle sue proprietà antibatteriche e antinfiammatorie, è infatti spesso protagonista di tisane e infusi contro i malanni di stagione. Tuttavia, proprio come accade con altre spezie, come pepe e curcuma, lo zenzero ha anche proprietà dimagranti ed è quindi in grado di stimolare il metabolismo e la perdita di peso.

Zenzero e brucia grassi: come dimagrire velocemente

I suoi effetti naturalmente possono essere ulteriormente intensificati dall’abbinamento ad altre spezie e brucia grassi naturali. Per questo motivo spesso lo ritroviamo abbinato al limone per esempio, che a sua volta ha proprietà digestive e disintossicanti ed è spesso l’ingrediente principe delle diete detox.

Lo zenzero quindi, pur avendo già proprietà ed effetti dimagranti, è l’alleato perfetto di programmi disintossicanti e volti a favorire una perdita di peso partendo da una depurazione dell’organismo.

Zenzero e brucia grassi: la dieta dei nove giorni

E’ proprio quello che accade con la dieta dei nove giorni della Forever Living. Si tratta di una vera e propria dieta detox che sfrutta le proprietà dimagranti e purificanti dell’aloe vera, riuscendo in pochi giorni a disintossicare l’organismo, favorendo anche la perdita di peso.

Forever C9: scopri come funziona!

Il programma si basa sull’utilizzo di un vero e proprio kit di nove prodotti, tutti o quasi a base di aloe vera, pensati per agire in sinergia e favorire una depurazione dell’organismo prima e un dimagrimento poi. Una dieta, quindi, diversa dal solito e che non prevede l’esclusione di alimenti ma si basa soltanto sull’utilizzo dell’aloe vera.

Aloe vera da bere per dimagrire: scopri come funziona!

Fra le varie proprietà, infatti, questa pianta ha soprattutto quella di purificare e depurare l’organismo, liberandolo dalle tossine e dai liquidi in eccesso. La Forever C9 è quindi una dieta ottima se stai cercando un rimedio veloce ed efficace per combattere ritenzione idrica e cellulite. Insomma, in soli nove giorni potrai disintossicare il tuo organismo, come farebbe una qualsiasi dieta detox e predisporlo a una maggiore perdita di peso.

Il tutto grazie all’efficacia di prodotti come quelli della Forever Living che da sempre rappresentano una garanzia nel mondo della salute e del benessere.

Forever Living opinioni negative: scopri di più!

E se deciderai di associare anche una dose quotidiana da zenzero, inserendolo nei tuoi piatti, o preparando specifiche tisane da bere al mattino, gli effetti saranno ulteriormente potenziati.

Le proprietà antinfiammatorie dello zenzero, infatti, non faranno altro che rafforzare l’effetto dell’aloe vera sull’organismo, potenziando e intensificandone l’azione depurativa. Il programma C9 non ha inoltre particolari controindicazioni e può essere seguito davvero da chiunque.

Zenzero e brucia grassi: controindicazioni

La stessa cosa non si può dire invece dello zenzero che, pur avendo tantissimi benefici sulla salute e il benessere del nostro corpo, ha in realtà anche qualche effetto collaterale e controindicazione a cui è bene fare attenzione.

Se si soffre di colon irritabile, per esempio, sarebbe meglio non assumerlo. Più in generale tutti i disturbi gastrointestinali potrebbero comportare effetti indesiderati ed è quindi preferibile evitarlo se si soffre di queste patologie. E’ infatti stato provato che un’assunzione elevata di zenzero potrebbe addirittura favorire l’insorgere di ulcere. Diversamente chi soffre di stipsi e stitichezza potrebbe trarne beneficio, in quanto lo zenzero sembra favorire i movimenti intestinali.

E la lista delle controindicazioni non finisce qui. Sembra infatti che lo zenzero sia da evitare anche in caso di calcoli biliari. Questa spezia, infatti, stimolerebbe il rilascio della bile da parte della cistifellea. Insomma un effetto decisamente negativo per chi soffre di questo disturbo.

Riguardo ad un possibile uso in gravidanza o durante l’allattamento, invece, non vi sono ancora particolari evidenze né studi che ne attestino la pericolosità. Tuttavia, sembra che assumere zenzero in queste fasi molto delicate, potrebbe modificare il sapore del latte, creando non pochi problemi per l’allattamento del bambino.

Bisogna inoltre considerare anche l’eventualità in cui si stiano assumendo farmaci e medicinali particolari, come anticoagulanti, per esempio, o ancora antinfiammatori e antiaggreganti piastrinici. In questo caso lo zenzero potrebbe esaltarne l’effetto e deve quindi essere assolutamente evitato.

Nel caso in cui, invece, non vi siano condizioni fisiologiche o patologiche particolari, basterà non esagerare e limitare la dose giornaliera tra i 10 e i 30 grammi di radice fresca.

Suggeeriti per te

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

15 + diciannove =