Dieta Adamski: cos’è e come funziona?

Hai sentito parlare della Dieta Adamski e vorresti capire meglio come funziona? Innanzitutto questa dieta si basa sul principio per cui non è il singolo alimento a influenzare il peso corporeo quanto la combinazione fra i vari cibi. In particolare, alcune combinazioni alimentari sarebbe in grado di favorire la digestione e quindi anche la perdita di peso.

Non solo questa dieta viene sviluppata anche con l’obiettivo di risolvere e curare alcune problematiche di salute, come la stitichezza, insonnia, gonfiore e dolori articolari. Si tratta quindi di una dieta che ha sicuramente l’obiettivo di depurare l’intestino e favorirne il funzionamento.

Dieta per emorroidi cosa mangiare: scopri come eliminare l’infiammazione!

Dieta Adamski: come funziona?

Secondo questa dieta, quindi, gran parte delle problematiche sarebbe da imputare a un cattivo funzionamento dell’apparato digerente, e dell’intestino in particolare, a causa di un errata combinazione degli elementi.

Per comprendere quali alimenti mangiare è quindi bene conoscere anche i rispettivi tempi di gestione. Per questo la dieta Adamski divide gli alimenti in due categorie principali: veloci-acidi e lenti-non acidi. Queste definizioni in realtà descrivono l’alimento in questione esclusivamente in base alla rapidità con cui il nostro corpo riesce a digerirlo.

Esistono inoltre anche dei cibi neutri, ovvero in grado di accelerare la digestione dei cibi veloci e di quelli lenti. Per far sì che il processo digestivo avvenga nel migliore dei modi non è necessario escludere i cibi lenti, ma piuttosto bisogna evitare di combinare alimenti veloci e alimenti lenti.

Dieta Adamski: come rafforzarla con l’integratore giusto

Questa dieta ha quindi come principale obiettivo il corretto funzionamento dell’apparato digerente, da cui dipenderebbero una serie di problematiche di salute, compresa l’obesità. Tuttavia bisogna ricordare che la dieta Adamski non nasce come dieta esclusivamente dimagrante. Di conseguenza se hai necessità di perdere diversi chili, potresti aver bisogno di qualche integratore.

One Two Slim è, ad esempio, molto adatto se stai cercando di liberarti dei chili di troppo in quelli che sono i punti più critici. Questo integratore, completamente naturale, è infatti in grado di sciogliere il grasso che tende ad accumularsi su pancia e fianchi.

In poco tempo potrai rimodellare la tua silhouette e senza il bisogno di ricorrere a diete troppo rigide e restrittive. One Two Slim stimola inoltre il tuo metabolismo, aiutandoti a liberarti del grasso e dei liquidi in eccesso, favorendo anche una maggiore purificazione e disintossicazione dell’organismo. Utilizzare questo integratore è inoltre molto semplice. Basta diluire 25 gocce in un bicchiere d’acqua e assumerlo tre volte al giorno prima dei pasti.

Dieta Adamski: cosa si mangia?

Ma arriviamo al punto più interessante della Dieta Adamski: gli alimenti consentiti e quelli banditi. In particolare, fra i cibi vietati troviamo ad esempio l’olio di palma, sconsigliato in quanto rischierebbe di bloccare la digestione.

Questa dieta però non considera tanto l’alimento in sé quanto la combinazione con altri cibi. Per questo motivo non si sconsiglia l’assunzione di latte, ma la combinazione di latte e caffè, così come quella di pane e marmellata, o ancora la pasta con il pomodoro.

Queste combinazioni rallenterebbero e renderebbero più difficile la digestione con il rischio di sviluppare infiammazioni intestinali e altre patologie. Insomma una dieta non proprio semplice da seguire e in cui è assolutamente importante prestare attenzione alle combinazioni di alimenti.

Dieta 9 kg in 14 giorni: scopri come perdere peso velocemente!

Per questo è bene conoscere quali sono gli alimenti veloci-acidi e quelli lenti-non acidi.

Cibi veloci-acidi

  • frutta
  • pomodori
  • yogurt
  • miele
  • peperoni
  • peperoncino
  • frutta disidratata e candita

Cibi lenti-non acidi

  • pane
  • pesce
  • latticini
  • carne
  • pasta
  • verdura
  • carboidrati

Per far sì che la dieta funzioni sarà necessario non incrociare cibi lenti e cibi veloci. Al di là delle combinazioni, questa dieta consiglia però anche il consumo di alcuni cibi e condimenti, che rispetto ad altri, sarebbero maggiormente in grado di favorire la digestione e il transito intestinale. Fra questi troviamo l’olio extravergine d’oliva, in grado di lubrificare l’intestino e liberarlo dalle tossine, burro ed alimenti ricchi di fibre, fra cui tanta verdura e frutta fresca.

Per quest’ultima, in particolare, se ne consiglia il consumo dopo le 12 e prima delle 17, gli orari in cui la digestione è più attiva e veloce. In serata, quindi, la frutta andrebbe assolutamente evitata, in quanto più difficile da digerire.

 

 

Prodotti in offerta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

otto + 19 =