Dieta del digiuno intermittente: è davvero efficace?

Fra le diete che promettono un dimagrimento veloce, quella del digiuno intermittente è sicuramente una delle più gettonate. Si tratta, però, di una dieta molto particolare e non adatta a tutti.

Digiuno intermittente: come funziona?

In pratica la dieta consiste nell’alternare momenti di digiuno assoluto a momenti in cui è consentita l’assunzione di pasti. Le ore dedicate al digiuno e quelle dedicate al nutrimento variano da dieta a dieta. Ultimamente è in voga una dieta che alterna 16 ore di digiuno a 8 ore in cui è possibile fare 3 pasti. In altri casi il digiuno è previsto due giorni a settimana. Insomma ogni dieta ha le sue regole ma tutte promettono risultati straordinari in pochissimo tempo.

Tuttavia trattandosi di regimi alimentari molto estremi, queste diete non possono essere seguite proprio da tutti, in quanto potrebbero comportare rischi per la salute. Questo non significa che si debba rinunciare alla possibilità di dimagrire tanto e in fretta.

Le alternative ci sono e una fra queste si chiama Dietonus. Si tratta di compresse dimagranti che promettono di far perdere ben 10 chili in appena due settimane. Una promessa che potrebbe sembrare assurda e forse utopistica, ma che questo prodotto è in parte in grado di mantenere.

Se, infatti, perdere 10 chili in due settimane sarebbe un vero e proprio miracolo, queste compresse riescono comunque a provocare una forte perdita di peso in poco tempo. Dietonus rimodella il corpo velocemente, riuscendo a sciogliere il grasso localizzato, ma è anche in grado di agire sull’ingrassamento degli organi interni.

Insomma un integratore naturale, efficace per favorire un dimagrimento veloce, ma altrettanto ricco di benefici per la salute di tutto l’organismo.

La stessa cosa non si può dire del digiuno intermittente, che invece presenta un po’ di rischi. Innanzitutto questa dieta, e in particolare quella che prevede 16 ore di digiuno e 8 di pasti, consente di scegliere fra diversi tipi di alimenti, a patto di limitare zuccheri, alcolici e moderarsi con carboidrati e grassi.

Tra gli alimenti consigliati troviamo: proteine magre, cereali integrali, frutta e verdura. Per il resto la dieta non è vincolante in termini di orari e può essere personalizzata in base alle proprie abitudini ed esigenze.

Alcuni nutrizionisti consigliano di saltare la prima colazione e nutrirsi, invece, dalle 12 alle 20. Altri raccomandano di non rinunciare al primo pasto della giornata e invitano a concentrare i tre pasti fra le 7 e le 15. Al di là degli schemi nutrizionali, però, prima di intraprendere un percorso di questo genere, è bene valutare tutti i possibili effetti collaterali e rischi per la propria salute.

Digiuno intermittente: i rischi per la salute

Fra gli effetti indesiderati di questo tipo di dieta c’è in realtà proprio il dimagrimento eccessivamente repentino. Questa riduzione di peso così veloce porta a una perdita di elasticità della pelle e dei tessuti, soprattutto in alcune parti del corpo. Il seno, quindi, può svuotarsi facilmente e perdere qualche taglia. In questo caso potresti leggere i nostri consigli su cosa mangiare per aumentare il seno.

Non solo, il digiuno intermittente potrebbe alterare anche la regolarità intestinale, causando stipsi e gonfiore. Tuttavia, in caso di stitichezza i rimedi immediati non mancano e possono essere seguiti senza particolari problemi.

Queste diete, inoltre, sono fortemente sconsigliate in soggetti con carenze nutrizionali, come quelli affetti da disturbi alimentari, così come durante la gravidanza e l’allattamento.

Non solo, il digiuno intermittente è altrettanto pericoloso anche per soggetti con diabete di tipo I e II trattati con insulina e altri farmaci. Inoltre, non bisogna dimenticare che, sul piano endocrino, digiunare o ridurre drasticamente l’assunzione di calorie provoca una situazione di stress all’interno del nostro corpo. Questa si traduce con un aumento del cortisolo, il cosiddetto “ormone dello stress” appunto, che comporta una distruzione di tessuto muscolare e un indebolimento del sistema immunitario.

E non solo, anche sul piano comportamentale potrebbero presentarsi non poche problematiche. Seguire una dieta di questo tipo potrebbe infatti stravolgere le proprie abitudini, generando un’effettiva di perdita di controllo sull’alimentazione. Potrebbero verificarsi quindi crisi di fame, così come cali di prestazione e concentrazione.

Insomma, se da un lato il digiuno intermittente sarebbe in grado di accelerare e favorire un rapido dimagrimento, dall’altro si tratta di una dieta che presenta non pochi rischi per la salute del nostro organismo.

Per questo motivo, prima di intraprendere un regime alimentare di questo tipo, sarebbe opportuno chiedere il parere di un medico, il quale saprà valutare gli effettivi benefici e rischi in base alle proprie condizioni di salute.

 

 

Suggeeriti per te

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tre × 5 =