Dieta della fame nervosa

Vorresti dimagrire ma non fai che spizzicare tutto il giorno? Prova la dieta della fame nervosa, un regime alimentare ideato per chi soffre di fame emotiva e non riesce a seguire un programma alimentare specifico. Controllando i fuori pasto e gli snack dettati dall’ansia o da altri sentimenti negativi, riuscirai finalmente a seguire una dieta e ad ottenere il fisico che volevi. Pronta a scoprire come?

Fame nervosa: come bloccarla

Il motivo per cui, spesso, non riusciamo a resistere ad un dolce o ad uno snack salato è legato alla natura dell’uomo. L’encefalo (la parte del sistema nervoso contenuta nella scatola cranica) è programmato per permetterci di sopravvivere alle carestie: sono proprio gli alimenti molto calorici, ricchi di grassi e di zuccheri, che consentono di sopravvivere anche quando il cibo scarseggia. Questa caratteristica dell’organismo era molto utile ai nostri antenati, che vedevano presentarsi diversi periodi di carestia, mentre oggi può essere causa di sovrappeso e obesità.

Combattere la fame nervosa significa spezzare questo meccanismo. Il primo passo è quello di rinunciare agli alimenti molto grassi o pieni di zuccheri, che ci fanno venire voglia di continuare a mangiare. Meglio optare per una dieta a basso contenuto calorico, a base di verdura, frutta, cereali integrali e proteine. Gli spuntini possono consistere in un vasetto di yogurt o della frutta: un trucco è prediligere quella da sbucciare, che ci obbliga a fare un piccolo sforzo per poterla mangiare.

Dieta della fame nervosa: trucchi per non mangiare

attacchi di fame nervosa

Nell’ambito di uno studio recente sulla dieta della fame nervosa, si è chiesto a dei volontari di alimentarsi esclusivamente ricorrendo ad un distributore di cibo liquido senza sapore, ma ricco di tutte le sostanze nutrienti di cui l’uomo ha bisogno. La maggior parte delle persone coinvolte ha consumato il suo abituale apporto calorico e mantenuto il peso stabile, ma un uomo, in particolare, ha attirato l’attenzione dei ricercatori: un obeso di 180 chili, che è riuscito a perdere 10 chili in 12 giorni. Senza le gratificazioni legate al cibo, la fame nervosa dell’uomo si era annullata.

Uno dei principali trucchi per non mangiare è quello di rinunciare agli alimenti grassi che tanto ci piacciono: patatine, dolciumi, affettati, bibite zuccherate, ecc. L’ingestione di dolciumi, ma anche di carboidrati come pasta o pane, produce un picco glicemico elevato, che, a sua volta, provoca un picco insulinico. Il risultato è una sensazione di buco allo stomaco che insorge già dopo un paio d’ore dal pasto, e che ci spinge verso altri cibi dolci.

La dieta della fame nervosa, secondo i nutrizionisti, deve basarsi su 5 pasti al giorno, suddivisi in 3 principali e 2 spuntini. Questa abitudine, oltre ad accelerare il metabolsimo, consente di tenere sotto controllo la fame. Quando la voglia di mangiare ci assale in momenti diversi, può essere tenuta a bada con cibi poveri di calorie (le classiche carote crude), oppure, meglio ancora, ci si può distrarre concedendosi un bagno caldo, facendo una lunga camminata o praticando un po’ di sport.

Gli integratori anti-fame

Un aiuto per evitare di mangiare troppo, o di consumare cibi fuoripasto, ci arriva dalla natura. Esistono infatti erbe per accelerare il metabolsimo che aiutano anche a bloccare la fame nervosa. Possono essere assunte sotto forma di tisana, oppure, meglio ancora, attraverso integratori specifici che apportano all’organismo la dose ideale di principio attivo.

Tra queste erbe troviamo l’alga spirulina, ricchissima di minerali, vitamine e proteine vegetali, ideale per tenere sotto controllo gli attacchi di fame. Altre sostanze naturali efficaci sono la garcinia cambogia, il guaranà, la piperina, la rodiola, lo zafferano, il glucomannano e il caffè verde.

Uno dei migliori integratori anti-fame sul mercato è Slimmy.  Agisce attaccando i depositi di grasso, normalizzando il livello di zuccheri e calmando la fame nervosa. Inoltre stimola il metabolismo e aiuta ad assorbire meglio le sostanze nutritive. Circa il 90% delle persone che hanno usato Slimmy, ha ottenuto l’obiettivo di dimagrimento in 30 giorni.

L’integratore contiene:

  • Garcinia Cambogia: la buccia di questo frutto contiene acido idrossicitrico, un potente brucia grassi naturale che aiuta a resistere alla fame
  • Guaranà: agisce sul sistema nervoso centrale riducendo il senso di fame e aumentando i livelli di energia
  • Gymnema: riduce i livelli di glicemia
  • Ananas: è un antinfiammatorio e bruciagrassi naturale, ideale per sostenere la dieta della fame nervosa
  • Griffonia: migliora l’umore, contrastando l’ansia che provoca gli attacchi di fame

Per raggiungere il peso forma, Slimmy Cosmetics va assunto per 30 giorni: basta una compressa mezzora prima di ogni pasto, da ingerire con un bicchiere d’acqua. Oltre a calmare l’appetito, impedisce ai grassi e ai carboidrati di trasformarsi in tessuto adiposo.

integratore anti fame

Acquista Slimmy con il 50% di sconto*direttamente dal sito ufficiale

Leggi anche: rimedi naturali per la fame nervosa

 

Prodotti in offerta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

dodici − 8 =