Dimagrire dopo il parto con la dieta proteica

Qual è la dieta giusta per dimagrire dopo il parto? Per combattere i chili di troppo accumulati durante i 9 mesi di gravidanza sembra non esserci niente di meglio della dieta proteica, a base di uova, carne bianca, pesce e legumi.

Seguire un regime alimentare ricco di proteine aiuta non solo a rimettersi in forma, ma fa sì che i risultati della dieta durino a lungo, senza incappare nel tanto temuto effetto yo-yo. Ovviamente non bisogna rinunciare a verdura, frutta, grassi e carboidrati, anche se vanno assunti in dosi minori.

Dieta post parto: sì alle proteine!

La dieta proteica è più efficace delle altre diete per due motivi principali:

  • permette di dimagrire senza soffrire la fame, grazie al potere saziante delle proteine
  • abitua il corpo ad un corretto stile di vita, impedendo al grasso di riformarsi subito
  • accelera il metabolismo basale
  • preserva la massa muscolare

Pur avendo le stesse calorie dei carboidrati (4 kcal per grammo), le proteine, quando ingerite in eccesso, non si accumulano nei tessuti, ma vengono smaltite attraverso il fegato e i reni. Inoltre la loro digestione richiede un maggiore dispendio energetico, innalzando il metabolismo basale. Quindi, rispetto a quando si mangiano più carboidrati, il corpo riesce a bruciare un maggior numero di calorie.

Scegliere una dieta dopo il parto all’insegna delle proteine aiuta anche a dimagrire senza perdere la massa muscolare: il regime proteico obbliga il corpo a ricavare le sue energie dalle riserve di grasso, lasciando intatto il muscolo. Alla fine della dieta, il corpo non apparirà molliccio e svuotato come dopo aver seguito un qualsiasi regime ipocalorico, bensì sarà sodo, tonico ed elastico.

Scopri anche gli effetti della curcuma in gravidanza!

Dieta proteica dopo il parto: menù

dieta post parto

Dimagrire dopo il parto è abbastanza semplice quando si seguono diete proteiche, come la dieta dukan o la dieta delle uova. In ogni caso, non c’è bisogno di seguire uno schema preconfezionato, basta inserire nel menu giornaliero una percentuale di cibi proteici maggiore del 10-15% del valore consigliato (che è di circa 0,71 g – 0.9 g per ogni chilo).

Aumentare l’apporto di proteine permette di lasciare invariato il numero di calorie ingerite: In questo modo, verrà diminuita la dose giornaliera di grassi e carboidrati, che non andranno ad accumularsi nel corpo formando cuscinetti adiposi. Inoltre, il corpo è sollecitato a ricavare l’energia di cui ha bisogno dai depositi di grasso già esistenti.

Il potere saziante delle proteine aiuta a ridurre la quantità di cibo ingerito: mangiare una bistecca a pranzo sazia più che mangiare un piatto di pasta.

Per quanto va seguita?

La dieta proteica va seguita per non più di un mese: questo arco di tempo dovrebbe permettere di bruciare il grasso in eccesso accumulato durante la gravidanza. Trascorsi 30 giorni, la dieta va interrotta per tornare ad un regime alimentare equilibrato. Se si prolungasse eccessivamente la dieta, il corpo non avrebbe più depositi di energia da cui attingere e dovrebbe procurarsi l’energia dalle proteine che verrebbero distolte dalla loro funzione di costruzione muscolare.

Alcuni consigli per dimagrire velocemente dopo il parto

Per dimagrire dopo la gravidanza può essere opportuno seguire alcune regole. Vediamo le 4 più importanti:

  • Calcio e magnesio: per produrre il latte materno, la madre ha bisogno di attingere alle proprie riserve di calcio e magnesio, ecco perché questi due micronutrienti non devono mai mancare nell’alimentazione della neo mamma. Le fonti privilegiate sono il cioccolato, i semi oleosi, le uova e il formaggio.
  • Acidi grassi polinsaturi: sono i cosiddetti grassi buoni, gli Omega3 e gli Omega6, che l’organismo non riesce a produrre da solo. Sono molto utili per la dieta in allattamento perché contribuiscono alla produzione di latte e mantengono sane le membrane cellulari. Si trovano in semi oleosi, pesce, mandorle, noci, nocciole e pistacchi.
  • Zucchero: va limitato il più possibile, specialmente quello raffinato. Vietato, soprattutto, mangiarlo a stomaco vuoto, per non aumentare la glicemia. La voglia di dolce può essere appagata da una fetta di torta preparata con farina integrale e consumata subito dopo i pasti
  • Attività fisica: non appena ti sentirai meglio, cerca di riprendere a fare attività fisica. Inizia gradualmente, magari facendo lunghe passeggiate con la carrozzina, cercando di aumentare giorno dopo giorno l’andatura. L’esercizio fisico migliora la tonicità muscolare, convertendo la massa grassa in massa magra e aiutandoti a tornare in forma rapidamente.

 

Prodotti in offerta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tre + diciannove =