Garcinia Cambogia effetti collaterali. Fa male?

Oggi parliamo di uno dei prodotti naturali dimagranti più famosi al mondo e dei suoi possibili effetti collaterali: la Garcinia Cambogia. Si tratta di un frutto, ossia di un prodotto della natura del tutto innocuo per i soggetti sani, che tuttavia può avere qualche complicanza per chi soffre di diabete e per chi ha problemi alla tiroide, ma anche interazioni con alcuni farmaci.

Effetti collaterali della Garcinia Cambogia

Anche se ha proprietà fuori del comune, la Garcinia Cambogia non è altro che un semplice frutto. E’ normale, quindi, che non siano stati riscontrati effetti collaterali evidenti, ma solo qualche ripercussione negativa sui soggetti più sensibili. Queste, per lo più, riguardano l’apparato gastrointestinale, e si verificano a seguito di un’assunzione eccessiva di principio attivo.

Le controindicazioni più riscontrate sono:

  • Problemi digestivi
  • Nausea e vomito
  • Crampi addominali e diarrea
  • Lieve mal di testa nei primi giorni di trattamento
  • Irritabilità, nervosismo e insonnia

I problemi digestivi possono riguardare un senso di nausea persistente, reflusso gastroesofageo, crampi al basso ventre, diarrea e irregolarità intestinale, e possono essere contrastati semplicemente assumendo le dosi giornaliere consigliate di Garcinia Cambogia.

L’emicrania, in genere, si limita ai primi giorni di terapia e permane ad un livello leggero. Questo effetto collaterale è legato ai cambiamenti che la sostanza provoca all’interno dell’organismo. Scompare entro pochi giorni, con l’adattarsi del corpo alla nuova situazione. Nel frattempo vi basterà mettere in atto qualche semplice rimedio contro il mal di testa.

garcinia cambogia controindicazioni

Il nervosismo, che può insorgere nel primo periodo di assunzione, è dovuto all’innalzarsi dei livelli di energia fisici e mentali. In questo frangente possono verificarsi episodi di irritabilità e insonnia. Questo effetto collaterale può essere facilmente contrastato praticando un’attività aerobica: correre, nuotare, andare in bicicletta, sono tutte attività che permettono di scaricare l’energia in eccesso. Contro l’insonnia si possono anche mettere in atto alcuni rimedi naturali (vedi i nostri metodi per prendere sonno facilmente).

Tutti questi squilibri sono provocati dai cambiamenti che l’acido idrossicitrico presente nella Garcinia Cambogia provoca all’interno dell’organismo. La diminuzione dell’appetito contribuisce a cambiare radicalmente le abitudini alimentari e, nei soggetti più sensibili, l’adattamento del fisico al nuovo stato può comportare qualche leggero stato doloroso. Niente di preoccupante: tutto scompare nel giro di qualche giorno, lasciandovi liberi di godere dei benefici dimagranti senza più soffrire nessuna controindicazione.

Garcinia Cambogia effetti collaterali diabete

Una delle possibili controindicazioni di questo frutto miracoloso riguarda il suo effetto sugli zuccheri. La Garcinia, infatti, blocca l’assorbimento di zuccheri e carboidrati e, di conseguenza, riduce il livello di zuccheri presenti nel sangue. Agendo in questo modo può interferire con il trattamento contro il diabete. Per questo motivo i medici sconsigliano ai soggetti diabetici l’assunzione della sostanza.

Del resto, la sua capacità di migliorare il metabolismo degli zuccheri, bloccando la fame nervosa, è uno dei motivi per cui è tanto amata da chi è a dieta. I soggetti sani non possono che trarre giovamento da queste proprietà, mentre chi è affetto da diabete mellito o diabete di tipo 2 non deve assolutamente prenderla.

Leggi anche Effetti collaterali delle statine

Effetti collaterali Tiroide

garcinia cambogia tiroide

Anche i soggetti affetti da disturbi legati alla tiroide non dovrebbero assumere Garcinia Cambogia. Anche se gli studi sull’argomento sono scarsi e privi di reale fondamento, la ghiandola potrebbe subire effetti collaterali dovuti all’azione termogenica dell’acido idrossicitrico.

A chi ha problemi di tiroide è sconsigliata l’assunzione di tutti gli integratori termogenici, compreso il tè verde. In attesa di ottenere riscontri scientifici su questa controindicazione, si consiglia di valutare insieme alti medico o al dietologo l’opportunità di utilizzare questa sostanza.

Altre controindicazioni della Garcinia Cambogia

Gli effetti collaterali della Garcinia Cambogia possono presentarsi anche in caso di:

Anemia

Chi è in cura per l’anemia deve tenere presente che la Garcinia Cambogia contiene una certa dose di ferro, che potrebbe dare origine a reazioni avverse. Si consiglia quindi di consultare il medico prima di iniziare ad assumere un integratore a base di acido idrossicitrico.

Alzheimer

La Garcinia Cambogia può danneggiare anche i soggetti che soffrono di Alzheimer o demenza. La sostanza racchiusa in essa, infatti, aumenta i livelli di seratonina, l’ormone del buonumore, migliorando la vitalità dei soggetti sani che la assumono. Ma sugli uomini e sulle donne affette dalle patologie sopra citate potrebbe provocare un effetto collaterale, provocando la formazione di acetilcolina nel cervello.

Problemi al fegato

Chi soffre di gravi problemi al fegato, ad esempio i soggetti affetti da insufficienza epatica, non può assumere Garcinia Cambogia: a dirlo sono le ricerche scientifiche più recenti.

Colesterolo

La Garcinia Cambogia non ha effetti collaterali diretti sul colesterolo, ma può interferire con l’uso dei farmaci che lo curano. E’ infatti sconsigliata ai soggetti in cura con statine: l’utilizzo combinato delle due sostanze potrebbe provocare problemi ai muscoli.

La Garcinia Cambogia fa male?

garcinia cambogia fa maleA fronte di questi effetti collaterali si può affermare che la Garcinia Cambogia fa male? Niente affatto. Questo è un articolo sulle controindicazioni del frutto, il focus è dunque sui rischi. Ma non dimentichiamoci che la garcinia ha permesso a milioni di persone in sovrappeso di dimagrire, migliorando la loro vita senza apportare nessun danno, a parte, in alcuni casi, un po’ di mal di testa iniziale e un lievissimo senso di nausea che scompare in pochi giorni.

Si tratta dunque di un prodotto ricchissimo di proprietà e benefici, le cui controindicazioni riguardano esclusivamente casi ben definiti. Chi non ha problemi alla tiroide o al fegato, chi non soffre di diabete o alzheimer, chi non prende farmaci per il colesterolo o per l’anemia può tranquillamente far uso della sostanza senza timori. La Garcinia Cambogia non fa male ai reni e neppure al cuore.

Garcinia Cambogia in gravidanza

Non esistono studi scientifici sugli effetti collaterali della Garcinia Cambogia in gravidanza, quindi, se si sconsiglia l’uso di questa sostanza, è solo per precauzione. Durante la gestazione avvengono importanti cambiamenti nel corpo della donna ed è opportuno consultare il medico prima di intraprendere qualsiasi cura.

Le stesse precauzioni vanno prese durante l’allattamento. La mancanza di studi scientifici sul tema non ci permette di essere più precisi sull’argomento: il vostro dottore saprà valutare caso per caso l’opportunità di assumere Garcinia Cambogia in gravidanza.

Il rischio di effetti collaterali scompare una volta che si sia terminato di allattare il bambino, a meno che, a  causa della gestazione, non siano insorte problematiche nuove, come diabete o anemia. Anzi, la Garcinia Cambogia è un valido aiuto per molte neo mamme che voglio perdere i chili presi in gravidanza: agendo sul metabolismo e sul senso di fame, aiuta a bruciare il grasso accumulato su pancia e fianchi.

Garcinia Cambogia interazioni

Come abbiamo visto, la Garcinia Cambogia può interagire con diversi farmaci: per questo motivo se ne sconsiglia l’assunzione a chi è in cura per il diabete, il colesterolo o l’anemia. Non che la terapia dimagrante con gli integratori a base di acido idrossicitrico sia del tutto vietata: lo specialista valuterà caso per caso consigliando le dosi e le modalità di somministrazione giuste per non avere effetti collaterali.

Se si assumono altri trattamenti erboristici in grado di ridurre i livelli di glucosio nel sangue, è opportuno prestare attenzione: potrebbe rivelarsi necessario monitorare i livelli di zuccheri e stabilire un diverso dosaggio. Alcuni effetti collaterali della Garcinia Cambogia potrebbero farsi sentire con l’assunzione concomitante di acido idrossicitrico e cromo polinicotinato, che potrebbe potenziare l’effetto dimagrante. La regola è di nuovo quella di sentire il medico prima di prendere queste due sostanze insieme.

Garcinia Cambogia, effetti collaterali degli integratori

Gli integratori certificati in commercio garantiscono ai soggetti sani l’assenza di effetti collaterali, a patto che si rispettino le dosi consigliate. Per stimolare il dimagrimento senza rischi è opportuno assumere dai 500 mg ai 1500 mg di sostanza al giorno: gli integratori in capsule contengono esattamente la dose ideale e vanno ingeriti almeno mezzora prima dei pasti.

garcinia effetti collaterali

Si consiglia di assumerli con abbondante acqua per stimolare l’assorbimento rapido del principio attivo da parte dell’organismo. Non è obbligatorio seguire una dieta dimagrante o praticare attività sportiva, tuttavia si consiglia di mangiare in modo sano ed equilibrato per potenziare gli effetti della Garcinia sul peso.

Selezionato per voi

garcinia cambogia tiroideAbbiamo selezionato per voi Garcinia Cambogia Premium, un integratore per dimagrire a base di acido idrossicitrico che contiene le dosi ideali di principio attivo ed è in grado di triplicare gli effetti di qualsiasi dieta dimagrante. Questo prodotto 100% naturale stimola il metabolismo, riduce la fame, elimina i cuscinetti adiposi, compreso il grasso più ostinato presente nella zona pancia-fianchi-girovita, e previene la formazione di nuovo grasso.

Ogni pillola contiene 1000 mg di estratto di Garcinia Cambogia, e il 60% di acido idrossicitrico, una quantità molto alta rispetto ad altri integratori in commercio. Inoltre il prodotto non contiene sostanze nocive, additivi o leganti. Per avere maggiori informazioni sull’integratore per dimagrire e scoprire dove si acquista leggete la nostra recensione completa.

Assumere o non assumere Garcinia Cambogia?

In conclusione, le persone sane possono continuare ad assumere questi integratori per dimagrire in tutta sicurezza: numerosi studi scientifici affermano che non fa male alla salute (i reni e il cuore, in particolare, non subiscono alcun rischio). Lievi stati dolorosi come emicranie e problemi digestivi scompaiono non appena il corpo si è abituato alla nuova sostanza, ossia nel giro di qualche giorno.

Gli effetti collaterali della Garcinia Cambogia riguardano solo le patologie ben definite che abbiamo visto: diabete, problemi alla tiroide, anemia, ecc. Le donne incinta non devono assumere questa sostanza, ma solo in via precauzionale: nessuno studio, infatti, ne stabilisce i rischi in gravidanza.

Garcinia Optima: funziona o fa male?

garcinia optima fa male

Uno dei migliori integratori di Garcinia Cambogia è Garcinia Optima, che, oltre ad essere particolarmente efficace, ha un ottimo rapporto qualità-prezzo. Aiuta a dimagrire, riduce il colesterolo e stimola il buon umore e l’energia. Ma Garcinia Optima fa male?

La domanda è legittima visto il grande successo dell’integratore. Diciamo subito che è a base di ingredienti completamente naturali:

  • estratto di Garcinia Cambogia (1000 mg suddivisi in 2 capsule)
  • Calcio, cromo e potassio

Garcinia Optima ha però alcune controindicazioni. Non può essere assunto dalle donne in gravidanza o in fase di allattamento, né da chi soffre di diabete, malattie del fegato, alzheimer, ipertiroidismo.

 

Prodotti in offerta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due + venti =