Come eliminare i capillari rotti nelle gambe?

E’ possibile eliminare i capillari rotti dalle gambe o bisogna rassegnarsi alla loro esistenza? Chi soffre di problemi di circolazione, vene in evidenza e capillari fragili sa quanto sia difficile convivere con questi inestetismi.

Quando i capillari sulle gambe si rompono e compaiono quelle antiestetiche venuzze blu e viola, anche indossare una gonna o un paio shorts diventa un azzardo. Come fare per ridare alle gambe lo splendore di un tempo?

In questo articolo, scopriremo le cause dei capillari rotti, come eliminarli e come prevenire la loro ricomparsa. Pronta a riappropriarti delle tue bellissime gambe?

Cause dei capillari sulle gambe

capillari cause

Dietro la rottura dei capillari, ci sono per lo più disturbi legati alla circolazione sanguigna. Vediamo quali sono le cause principali di questo fenomeno:

  • vita sedentaria
  • essere donna
  • disturbi ormonali
  • gravidanza
  • età
  • uso eccessivo di tacchi alti
  • insufficienza venosa
  • fumo e alcol
  • ereditarietà

Per approfondire le cause, leggi: perché i capillari delle gambe si rompono?

Capillari rotti sulle gambe: come eliminarli?

come eliminare i capillari rotti sulle gambe

Con l’arrivo della bella stagione, nascondere i capillari in evidenza diventa un’impresa. Indossare sempre pantaloni lunghi, spesso, non è la decisione migliore, viste le alte temperature. Chi va al mare, poi, deve necessariamente scoprire le gambe.

L’unica soluzione per affrontare l’estate con serenità e leggerezza è eliminarli in tempo. Come fare? Vediamo 3 rimedi naturali per rimuovere velocemente i capillari rotti dalle gambe!

Scleroterapia

Questo trattamento consiste nell’iniezione, all’interno dei vasi sanguigni, di una sostanza capace di provocare una reazione infiammatoria locale. Questo fenomeno induce la coagulazione dei vasi trattati e il loro successivo assorbimento.

Ultimamente si è diffusa la pratica della sclerosi con mousse, che implica la trasformazione in schiuma del liquido sclerosante, in modo da ottenere un trattamento più efficace. La densità della mousse, infatti, allontana meglio il sangue ed espone l’interno del vaso ad un contatto migliore con la sostanza chimica prescelta.

Laser vascolare

La terapia laser per i capillari rotti agisce tramite impulsi rapidi, precisi e potenti. Puntando il laser sui vasi sanguigni è possibile richiudere i vasi spezzati. Il trattamento dura dai 10 ai 30 minuti.

Questa terapia risulta molto efficace quando i capillari sono di piccole dimensioni (fino ad 1 mm), quindi laddove la scleroterapia fallisce. Durante la seduta, il raggio viene mosso lungo il decorso capillare, sigillandolo senza bruciare o provocare tagli sulla pelle.

La terapia risulta indolore, tutt’al più si avverte una sensazione simile ad un colpo di elastico sulla pelle. In ogni caso, basta applicare una crema anestetica per eliminare qualsiasi spiacevole sensazione.

Crema per vene varicose e capillari rotti

Tra i rimedi naturali per i capillari rotti nelle gambe ci sono le creme. Una delle più efficaci è VaryForte, a base di ingredienti naturali quali arnica, ginestra fiorita, mentolo e agrumi.

La pomata volge un’azione benefica sulla circolazione. In particolare:

  1. rafforza le pareti delle vene
  2. migliora l’efficienza delle valvole venose
  3. favorisce la circolazione linfatica e sanguigna
  4. riduce la formazione di coaguli
  5. elimina il gonfiore di piedi, caviglie e gambe
  6. previene le ulcere
  7. favorisce il drenaggio dei tessuti

capillari nelle gambe rimedi

VARYFORTE: LEGGI LA RECENSIONE!

Scopri le migliori creme per vene varicose!

Altri rimedi naturali per i capillari rotti

Tra i rimedi più utili non solo per curare i capillari fragili, ma anche per prevenirne la rottura, ci sono alcuni cambiamenti nello stile di vita. Vediamo quali sono i più importanti:

  • Fai regolarmente esercizio fisico, in particolare nuoto, camminate ed esercizi in piscina
  • Evita di stare a lungo nella stessa posizione
  • Indossa calze elastiche, ancor meglio calze a compressione graduata
  • Non utilizzare troppo spesso calzature con il tacco alto
  • Evita gli abiti troppo attillati
  • Cerca di mantenere il tuo peso forma
  • Stai lontana da fumo, alcol e stress
  • A tavola, punta su alimenti ricchi di vitamina C e vitamina K (come cavoli, agrumi e spinaci)
  • Consuma ogni giorno succo di mirtillo, che migliora la circolazione ed è un ottimo drenante naturale

Leggi anche Cosa mangiare per le vene varicose

 

 

1 commento

  1. Uso la crema per capillari rotti Varyforte da 1 mese e i risultati sono già evidenti, le vene sono meno evidenti e le gambe non sono gonfie nonostante passi tutta la giornata in piedi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

14 − 7 =