Sconfiggere le zanzare con metodi naturali. Ritorna il virus Zika?

Si possono sconfiggere le zanzare con metodi naturali? A riportare in primo piano il tema è un caso sospetto di virus Zika a Faenza, che ha fatto scattare le procedure di emergenza. Compresa la disinfestazione, messa in atto nel raggio di 100 metri da via Laghi.

Virus Zika: il caso di Faenza

A riportare in primo piano il virus Zika e il tema delle zanzare, è il caso di una ragazza di Faenza, che si è ammalata al ritorno da una vacanza a Cuba. Le autorità hanno deciso di procedere subito alla bonifica della zona: basta, infatti, che una qualsiasi zanzara punga prima il soggetto infetto e successivamente una persona sana a diffondere il virus.

Gli sforzi messi in atto l’anno scorso per contrastarne la diffusione nel mondo hanno ridotto il numero di contagi: negli Usa, ad esempio, si è verificato un solo caso contro i 225 del 2016. A bloccare la diffusione del virus ha contribuito, inoltre, proprio l’alto numero di contagi. Secondo gli esperti le persone si sarebbero vaccinate da sole dopo aver contratto il virus, in molti casi senza neppure accorgersene visto che spesso è asintomatico.

Quando ci sono, i sintomi compaiono dai 3 ai 12 giorni dopo la puntura. Si tratta di fastidi simili a quelli dovuti ad una semplice influenza: febbre, congiuntivite, mal di testa, vomito, accompagnati da mialgia, artralgia e rash cutaneo. Durano dai 2 ai 7 giorni e guariscono spontaneamente. Oggi come oggi non esistono vaccini o cure contro il virus Zika: l’unica arma è la prevenzione contro le punture di zanzara.

Metodi naturali contro le zanzare

Repellente naturale per il corpo

Bastano due mazzetti di basilico e 2 di menta per preparare un efficace repellente per le zanzare, da spalmare sul corpo. Fai bollire le erbe per 20 minuti in acqua e conserva il liquido in frigo. Spalmalo sulle zone scoperte prima di andare a dormire.

Piante

tenere lontane le zanzare

Un altro rimedio per tenere lontane le zanzare è collocare sul terrazzo o alla finestra delle piantine di menta, lavanda, aglio e basilico. Sono ottimi per lo scopo anche i gerani,la catambra, la citronella e l’eucalipto. Inoltre, molte di queste piante (erba gatta, menta piperita, basilico, lavanda, melissa, rosmarino, calendula e melissa) hanno il potere di attirare i predatori delle zanzare: libellule, uccelli, lucertole, gechi e ragni.

Casetta per i pipistrelli

Metti una bat box (casa per pipistrelli) fuori dalla finestra. I pipistrelli si nutrono di insetti: uno solo di essi può arrivare a mangiare ben 1000 zanzare per notte! Non appena questi animali notturni verranno ad abitare nella tua tana, potrai dimenticarti per sempre del problema delle punture e del virus Zika

[amazon box=”B009CT9XEO”]

 

Candele alla citronella

candele alla citronella

Hai in programma un aperitivo in giardino con gli amici? Colloca sul tavolo una candela alla citronella: in questo modo non sarete punti! Puoi crearla da solo, ti serviranno:

  • cera per candele oppure cera d’api
  • stoppini e fermastoppini
  • olio essenziale di citronella, di geranio e di lavanda
  • 1 contenitore di vetro ( va bene anche il barattolo vuoto della marmellata)

Ecco punto per punto come si prepara una candela alla citronella:

  1. prepara gli stoppini, inserendo una delle estremità nel ferma stoppino e tagliando l’altra in modo che sia più lunga di 2 cm rispetto al contenitore
  2. metti la cera in un pentolino e falla sciogliere a fuoco basso
  3. aggiungi gli oli essenziali (5 gocce di ciascuno)
  4. versa la cera nei contenitori, facendo attenzione a tenere lo stoppino ben dritto

Aceto e Limone

Riempi una ciotola di aceto e aggiungi qualche fetta di limone. Posa il liquido vicino a te per non farti pungere. Ideale da utilizzare a tavola durante le cene all’aperto. Per renderlo ancora più efficace, aggiungi qualche chiodo di garofano.

 

Prodotti in offerta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

uno × quattro =