Parassiti intestinali sintomi adulti: quali sono e come riconoscerli

Avere a che fare con gonfiore e mal di pancia di certo non è un piacere. Tuttavia potrebbe trattarsi di un malessere passeggero e quindi è opportuno non allarmarsi immediatamente. Diverso è il caso in cui invece questi sintomi si protraggano nel tempo. Non solo, se a questo stato di malessere si aggiunge anche un abbassamento delle difese immunitarie, diventa necessario indagare.

Parassiti intestinali sintomi adulti: quali sono?

E’ infatti molto probabile che questi sintomi siano dovuti a un’infezione da parassiti intestinali. La loro presenza, infatti, va ad alterare o ridurre la flora batterica presente nell’intestino, con un conseguente malfunzionamento dell’organo. Il risultato è un aumento del gonfiore addominale, stipsi o diarrea ed altri sintomi tipici di questa patologia. Tuttavia, per essere sicuri che questi sintomi siano la spia di una presenza di parassiti intestinali, è opportuno capire come riconoscerli e distinguerli da altri tipi di malessere.

Tra l’altro non sempre è possibile risalire alla causa scatenante di un’infezione di questo genere. Normalmente la possibilità di contrarre parassiti intestinali si verifica in caso di abitudini igienico-sanitarie scorrette, ma non sempre è così. A volte, infatti, potrebbe esserci stato un contatto con rifiuti e feci infestate.

Nella maggior parte dei casi, però, i vermi intestinali arrivano da frutta e verdura non lavata correttamente o ancora dal consumo di carne cruda o qualsiasi genere di bevanda, tutte contaminate dai suddetti parassiti. Non sempre quindi è possibile starne alla larga, in quanto non possiamo sapere a prescindere quali cibi o bevande siano effettivamente state contaminate da germi e parassiti.

L’unica accortezza che possiamo avere riguarda la massima igiene nella preparazione e nel consumo di alimenti e bevande. Abitudini igieniche più sane e corrette possono aiutarti a prevenire un’infezione di questo tipo, che porta con sé una serie di sintomi molto fastidiosi. In alcuni casi, infatti, questi sintomi possono essere molto invalidanti e creare disagi forti nella vita di tutti i giorni. Proprio per questo, è necessario correre ai ripari il prima possibile, cercando di individuare correttamente tutti i sintomi e rivolgersi al proprio medico di fiducia.

Parassiti intestinali sintomi adulti: come curarli

Dopo aver diagnosticato l’infezione sarà necessario curarla e, per farlo, è possibile ricorrere anche a integratori naturali come Germitox. Questo prodotto, infatti, è in grado di eliminare ogni tipo di parassita o germe intestinale, ripristinando un corretto funzionamento dell’attività intestinale. In particolare questo integratore impiega appena 30 giorni per liberare completamente l’intestino da questi germi, eliminando anche tutti i sintomi.

In appena un mese avrai la possibilità di combattere l’infezione ma anche eliminare la putrefazione nell’intestino, neutralizzare le uova dei parassiti e proteggere anche altri organi, come cuore, polmoni e fegato. Insomma un prodotto efficace e in grado di regalare e preservare la salute e il benessere dell’organismo a 360 gradi.

Come abbassare il colesterolo velocemente: scopri di più!

E non solo, Germitox è anche preparato con ingredienti esclusivamente naturali ed è quindi privo di sostanze dannose e nocive per l’organismo. Questa caratteristica ne fa un prodotto sicuro e che è possibile utilizzare anche sui bambini, spesso soggetti a virus e parassiti intestinali. In poco tempo potrai eliminare completamente tutti i vermi presenti nell’intestino e responsabili del tuo malessere. Ti basterà assumere due capsule al giorno, mezz’ora dopo i pasti.

Parassiti intestinali sintomi adulti: come riconoscerli

Ma veniamo proprio a quelli che sono i sintomi dei parassiti intestinali, in particolar modo negli adulti. Come anticipato, questi sintomi possono essere diversi e imputabili anche a cause differenti. E’ quindi molto importante non fare confusione, provando a riconoscerli correttamente e, soprattutto, verificare che si manifestino in maniera associata.

Un semplice mal di pancia o alcuni episodi di diarrea, ad esempio, non sono necessariamente spia di parassiti. Tuttavia, nel caso in cui questi sintomi siano associati a un abbassamento delle difese immunitarie, febbre e spossatezza, è possibile che sia in corso un’infezione intestinale.

Nello specifico, per individuare la presenza di un’infezione da parassiti è necessario che si manifestino tutti o gran parte di questi sintomi:

  • gonfiore addominale
  • stipsi
  • diarrea
  • aumento delle infezioni
  • dolori articolari
  • irritabilità e nervosismo
  • insonnia
  • gas intestinali
  • eruzioni cutanee

Nel caso in cui la risposta sia affermativa, bisognerà recarsi dal proprio medico di fiducia, che dopo aver confermato la presenza di un’infezione potrà fornirvi la cura più adatta.

Prodotti in offerta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due × uno =